Ambiente: D’Alì, Mediterraneo corre gravi rischi idrocarburi

MAZARA DEL VALLO (TRAPANI), 10 OTT – “Il Mediterraneo ha una concentrazione di idrocarburi 10 volte più alta di tutti gli altri mari e corre gravi rischi”. L’allarme è stato lanciato oggi a Mazara Del Vallo, nell’ambito della manifestazione Blue Sea Land, dal senatore Antonio D’Alì, rappresentante italiano presso l’Assemblea parlamentare euro mediterranea, che ha concluso i lavori della prima sezione. “Pressione antropica, transito delle grandi navi petroliere e attività di estrazione degli idrocarburi, in particolare petrolio e gas – ha spiegato – mettono in grave rischio le condizioni del Mediterraneo. Manca un codice comune di cautela e di intervento, senza il quale il Mediterraneo rischia di diventare una groviera. Oltre al noto esempio di Pantelleria, centinaia di nuove trivellazione tra Egitto, Cipro e Croazia, sono state già autorizzate. Auspico uno moratoria immediata – ha concluso D’Alì – ed un tavolo comune per rilanciare questi temi ed decidere su come procedere”.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.