Amenta dell’Anci: “Rafforzare il sistema Sicilia e produrre offerte integrate di sviluppo per mercati internazionali”

È necessario rafforzare il sistema di aggregazione mettendo insieme le aziende, sia della filiera agroalimentare sia del Turismo, i sistemi di sviluppo locali e le strutture della ricerca e dell’innovazione, per dare corpo e rafforzare quel sistema Sicilia che produce offerte integrate di sviluppo da collocare nei mercati internazionali“. È quanto dichiarato dal vicepresidente di AnciSicilia, Paolo Amenta, sindaco di Canicattini Bagni e responsabile delle Politiche Sociali e di Sviluppo dell’associazione dei Comuni Siciliani, in occasione dell’incontro di martedì alle 10 alla Camera di Commercio di Siracusa alla quale prenderanno parte, assieme ad AnciSicilia, Ice (Istituto del commercio estero) il Ceris-Cnr, i sistemi di sviluppo locali (Gal e Agenzie) e le aziende della filiera dell’Agroalimentare e del Turismo.

Il nostro, grazie alla disponibilità di Ice e il Cnr – continua il Vice Presidente di AnciSicilia – è il tentativo, a mio giudizio necessario, di interfacciare i soggetti protagonisti dello sviluppo del territorio, ovvero le aziende produttrici, in particolare dell’agroalimentare e del turismo, che sono le filiere di forza della Sicilia, con quelle strutture che in questi anni hanno provato a segnare percorsi locali di sviluppo integrato, come i Gal e le Agenzie, e i soggetti specializzati nella ricerca dei mercati come l’istituto per il commercio estero, con il supporto innovativo di Centri di ricerca come il Cnr, per sostenere le Imprese“.

L’obiettivo è quello di mettere insieme tutte le energie per un paniere di offerte integrate interterritoriali, il Sistema Sicilia, da commercializzare in maniera organica in quel sistema di internazionalizzazione che guarda con interesse alle produzioni di qualità e alla straordinaria bellezza dei luoghi dell’Isola. “Si pensi al valore e al modello di vita della “Dieta Mediterranea” alla storia, all’archeologia e alla bellezza dei nostri territori. Questo tentativo, a nostro avviso ormai indispensabile per superare le criticità che la Sicilia sta attraversando – conclude il Vice Presidente di AnciSicilia, Paolo Amenta –, questo ruolo di collante dei sistemi di sviluppo locali, non può non venire dal “basso” e quindi dai Sindaci che devono diventare un corpo unico con le forze produttive del territorio“.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.