Cina: Arancia Rossa protagonista all’ambasciata d’Italia a Pechino

PALERMO, 28 MAR – Le arance rosse italiane il 2 aprile saranno protagoniste nell’ambasciata d’Italia a Pechino in un evento di benvenuto che annuncerà l’ingresso della pioniera Oranfrizer in questo nuovo mercato, l’iniziativa “Vulcanica, vitaminica, naturale. Dall’Italia alla Cina l’Arancia Rossa unica al mondo” coinvolgerà importatori, distributori, operatori del settore horeca e della Gdo, chef e giornalisti.
A presentare le arance rosse a Pechino saranno Salvo Laudani e ,Sara Grasso di Oranfrizer, manager della prima e finora unica azienda italiana che dopo la firma dei recenti protocolli ha esportato i primi container di arance in Cina via nave.
Interverranno Ettore Francesco Sequi, ambasciatore d’Italia nella Repubblica popolare cinese; Amedeo Scarpa, direttore dell’ufficio Ice a Pechino; Mao Hong Ming, l’importatore cinese di Ningbo Texstar Trading & Industry co Ltd.
“Essere i primi è una grande responsabilità – afferma Nello Alba, Ceo Oranfrizer – Ma arrivare in Cina non è la fine di un’azione di export, è solo l’inizio. Oltre i confini d’Europa cerchiamo di stabilire dialoghi e relazioni economiche sicure e durevoli, le uniche che possono rivelarsi promettenti per migliorare il futuro dell’agricoltura siciliana”.
Il primo importatore cinese, Mao Hong Ming, l’unico che attualmente dispone di arance rosse made in Italy sarà coinvolto nell’iniziativa per raccontare la sua esperienza: “Lavoriamo da anni con l’Italia e l’Europa sia in import sia in export – afferma – Conosciamo bene il food italiano e ne riconosciamo l’enorme valore e potenziale”. L’esportazione via nave potrebbe continuare già in questa stagione agrumaria, in futuro potrà essere sperimentata anche la via aerea. L’evento organizzato da Oranfrizer nasce in sinergia con il progetto di Cso Italy “The European Art of Taste”; è dedicato alla Cina ed è finanziato dall’Ue. Presenta i valori dell’ortofrutta italiana, in particolare le arance rosse raccolte in Sicilia e altre eccellenti produzioni del made in Italy: kiwi, pere, mele, succhi di frutta e verdure trasformate. Fonte Ansa

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.