Expo: al fotografo Scianna affidati gli “scatti mediterranei”

PALERMO, 9 APR – Ferdinando Scianna “firmerà” con le sue fotografie il cluster del Bio-Mediterraneo. E’ stato affidato lui, grande fotografo siciliano, il compito di esprimere per immagini il significato del cluster più grande e per certi versi più atteso di Expo, visto che “narra” i cibi sviluppatisi intorno al mare più antico della storia dell’uomo.

“La mostra nel Cluster e’ divisa in quattro temi e narra un’idea di Mediterraneo – ha spiegato -. Nelle fotografie racconto il cibo, la memoria dei riti e delle tradizioni: spero che possano dare l’idea emozionale del mio rapporto con questi luoghi”.

Ferdinando Scianna, 72 anni, di Bagheria, e’  uno dei grandi fotografi italiani del secolo. Amico di Leonardo Sciascia e di scrittori di Vasquez Montalban, ha lavorato a lungo a Milano. E’ stato il primo e unico italiano ad essere introdotto da Henri Cartier-Bresson nella prestigiosa agenzia fotografica internazionale Magnum Photos, di cui e’ membro dal 1989. Pur avendo uno sguardo internazionale sul mondo, sente “profondissimamente” la Sicilia dentro di se’.

“La mia storia personale – ha detto presentando recentemente una sua mostra a Roma sulla Sicilia – mi ha portato da quasi mezzo secolo a vivere fuori dalla Sicilia. Sapevo, anzi, con un oscuro fondo di vergogna, di essere fuggito dalla Sicilia. Poi, a poco a poco, ho scoperto con gli anni che non si va mai via completamente dalla Sicilia, non si distrugge dentro di se’ un’appartenenza cosi’ drammaticamente forte”.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.