mer, 22 febbraio 2017,   09:25   

“Fuocoammare” di Gianfranco Rosi apre l’edizione 2016 del DEL Ridm di Montreal

MONTREAL - L’Istituto Italiano di Cultura di Montréal è lieto di annunciare che quest’anno, grazie anche al suo sostegno, il film documentario “Fuocoammare” del regista italiano Gianfranco Rosi sarà il film di apertura del “Rencontres internationales du documentaire de Montréal – RIDM 2016“.
L’evento si terrà giovedi 10 novembre, alle ore 19.00, presso l’Auditorium des diplomés de la SGWU (H-110) dell’Université Concordia, dove la pellicola sarà presentata in lingua originale con con sottotitoli in francese. È prevista una seconda proiezione lunedi 14 novembre, alle ore 17.45, questa volta con sottotitoli in inglese, al Cinéma du Parc 1.
Candidato italiano agli Oscar 2016, “Fuocoammare” è ambientato nella piccola isola italiana di Lampedusa, diventata dopo molti anni, suo malgrado, il simbolo dell’attuale crisi migratoria. Frontiera simbolica dell’Europa, è inevitabilmente il porto d’arrivo di un gran numero di rifugiati che cercano di attraversare il Mediterraneo sulle loro imbarcazioni di fortuna. Molti documentaristi sono andati sull’isola negli ultimi anni per girare e riprendere il fenomeno. Nessuno di loro è ritornato con un film al riguardo così singolare e pertinente. Sovrapponendo il lavoro di un medico qualunque ossessionato dai cadaveri, il gioco spensierato di un giovane ragazzo dell’isola e le quotidiane operazioni di salvataggio, Gianfranco Rosi gioca sui contrasti e propone un approccio obliquo che rende più palpabile che mai il dramma assurdo della nostra epoca.
Gianfranco Rosi è un regista e documentarista italiano nato ad Asmara e di nazionalità italo-americana.
Il festival RIDM, sostenuto dall’Istituto Italiano di Cultura di Montreal, si svolgerà dal 10 al 20 novembre 2016. Questo incontro annuale ha l’obiettivo di presentare al pubblico e ai professionisti del cinema una selezione dei migliori documentari realizzati a livello nazionale ed internazionale.
Presenza italiana anche nella sezione Compétition international longs métrage con “Il Solengo” di Matteo Zoppis. (aise) 

0 Commenti

Nessun commento!

Non ci sono ancora commenti. Sii il primo.

Lascia una replica

Rispondi