Giovedì la Commissione Agricoltura UE visiterà il ” Cluster Biomediterraneo”

“Giovedì 18 giugno la delegazione della Commissione Agricoltura e  Sviluppo Rurale del Parlamento europeo, in visita ufficiale ad Expo2015, visiterà il Cluster Biomediterraneo. Sarà un onore e un vero piacere ospitare nel padiglione, gestito dalla Regione Siciliana, il Presidente della Commissione Agricoltura, Czesław Adam Siekierski, il relatore della risoluzione su Expo del Parlamento Europeo, Paolo De Castro, e gli altri colleghi, membri della Commissione Agricoltura”.

Lo dichiara Michela Giuffrida, eurodeputato del Pd, componente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo e coordinatrice della delegazione per Expo 2015.

“Ho fortemente voluto questa visita – spiega Giuffrida – perché il cluster Biomediterraneo interpreta e rappresenta i principi contenuti nella Carta di Milano, che ad ottobre sarà consegnata al segretario dell’Onu Ban-Ki Moon,  e che fanno parte anche della risoluzione che abbiamo approvato a larga maggioranza in Parlamento due mesi fa.

La Sicilia – continua il deputato europeo – punto di incontro di culture e popoli, è “anima” e simbolo del Mediterraneo, così come l’agroalimentare del suo territorio, a fortissima vocazione agricola, è l’eccellenza di quella dieta mediterranea che oggi ambasciatrici come Michelle Obama o la regina di Spagna Letizia Ortiz fanno conoscere nel mondo.

Aver ottenuto che la delegazione dell’europarlamento visitasse, nel suo brevissimo ma intenso programma di lavoro a Expo, il cluster biomediterraneo – conclude Giuffrida –  servirà certamente a promuovere ulteriormente le tipicità locali, punto di forza della nostra economia agricola, e costituirà ottima occasione per rilanciare l’immagine del padiglione stesso“.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.