I PREMIATI DELLA VENTESIMA EDIZIONE DEI “RAGUSANI NEL MONDO” IN PROGRAMMA IL 2 AGOSTO IN PIAZZA LIBERTA’ A RAGUSA

premiati_ragusani_nel_mondo_2014Ragusa – Una edizione “giovane” caratterizzerà la ventesima edizione del “Premio Ragusani nel Mondo”, proprio nell’anno in cui festeggia, il prossimo 2 agosto in piazza Libertà, un nuovo importante traguardo, appunto quello dei due decenni di ininterrotta attività. Correva l’anno 1995, quando per la prima volta si pensò di festeggiare gli emigrati che si erano segnalati nel contesto delle nuove nazioni di residenza.
Da allora una passerella continua di iblei di tutto il mondo, con un’attenta ricerca e selezione delle storie più belle, ma anche con un occhio di riguardo rivolto ai giovani talenti di casa nostra. Il traguardo della ventesima edizione sancisce in modo netto il passaggio fra la vecchia e la nuova emigrazione, fra quelli partiti con la valigia di cartone e tante belle speranze risposte dentro, i loro figli e pronipoti, e quanti ora rappresentano la nuova frontiera, frutto della globalizzazione, delle nuove regole che presiedono al mercato di lavoro, spesso causa ed effetto della fuga di cervelli all’estero. Otto belle storie di giovani che si affermano o sono sulla via del pieno successo all’estero, in attività diverse e luoghi disparati e lontani caratterizzano questa speciale edizione del premio.
Dal ricercatore Simone Di Martino, realizzatosi nella lontana Nuova Zelanda, al manager delle telecomunicazioni Simone Leggio, con ruolo di primo piano ad Helsinki all’interno del gigante mondiale delle comunicazioni Nokia, entrambi ragusani, dalla radiologa, pure ragusana, Anna Maria Spampinato, riconosciuta per i suoi meriti negli Stati Uniti, alla pozzallese Anna Favella, attrice emergente del cinema italiano ricca di fascino e talento, dall’ingegnere aereo spaziale Vincenzo Paradiso, modicano, manager di punta dell’Esa, al giornalista, scrittore e film maker Mauro Aprile, sciclitano, ambasciatore dell’italianità ma anche della tradizione e del folklore del suo paese negli States, ed ancora dall’operatore e esperto di politiche migratorie Giovanni Vaccaro, comisano e da tempo residente in Perù, al ragusano Thomas Iacono, manager e consulente di alta finanza affermatissimo negli Stati Uniti.
Una squadra dall’età media inferiore ai 40 anni, simbolo di una gioventù di origine iblea che si fa strada e si afferma in ogni contesto internazionale, segno di un trapasso generazionale che non dimentica i valori tipici della popolazione ragusana, persone intessute di ingegno, fantasia, creatività, operosità, entusiaste di accettare il premio e di raccontare i segreti dei propri successi. Un premio fatto con il cuore, si è sempre detto a proposito dello stesso, che mira al cuore della gente attraverso il sentimento espresso dai premiati. La squadra scelta per la ventesima edizione incarna perfettamente lo spirito autentico della manifestazione.
E con il cuore si segnala anche la scelta popolare di un ragusano che è rimasto nella sua città di origine, un’iniziativa voluta dall’Amministrazione comunale che pensato al “Premio Città di Ragusa” per omaggiare chi è rimasto in questa terra realizzando ogni giorno, tassello dopo tassello, questo ideale percorso di successo collettivo. Non poteva mancare un premio speciale per la società sportiva Virtus Eirene Passalacqua, protagonista di un campionato esaltante nella massima serie del basket femminile, che ha portato alto il nome di Ragusa per tutta la penisola, ma anche modello di organizzazione societaria all’avanguardia e in diversi ambiti invidiata.
Sarà ancora all’insegna della gioventù l’altra grande novità della ventesima edizione, una speciale serata di anteprima che animerà Piazza Libertà, già il giorno prima della cerimonia ufficiale del 2 agosto, attraverso un’esplosione di suoni, ritmi e danze ad opera di giovani talenti iblei, diretti e coordinati dal maestro Peppe Arezzo, vera colonna portante del premio sin dai primi anni. Artisti già affermati come i componenti della sua orchestra e della band dell’Onorata Società, i cantanti Giovanni Caccamo, Giovanni Soulcè Arezzo, Lorenzo Vizzini, Luigi Fronte, Mario Scucces, Rachele Amenta, Giuliana Cascone, la show girl Erika Iacono, le scuole di danza del Masd e della Mila Plavsic, l’attore cabarettista Massimo Leggio, i ballerini Giovanni Insaudo e Ermanno Sbezzo, rappresentano parte di un cast delle meraviglie, insieme ad altri artisti e protagonisti dello spettacolo, tutti giovani, che nell’anteprima del 1 agosto sempre in piazza Libertà, vorranno esprimere un messaggio di ottimismo e di gioia in un momento di estrema e collettiva difficoltà.
In questo contesto si inserisce anche la collaborazione con i giovani ragusani di Youpolis e gli organizzatori del Birrocco Festival, di altre associazioni giovanili, per la creazione di una serie di sinergie e di una rete di collaborazioni portatrice di nuovi valori e di una voglia di rivalsa dal fatalismo e dalla rassegnazione in cui larghi strati della società sono caduti.

Admin

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.