Il Distretto tuistico degli Iblei al Mitt di Mosca. Nuovi contatti per la destinazione Ragusa

Nuovi scenari sono pronti ad essere disegnati per il comparto turistico della provincia di Ragusa. E’ quanto emerge dalla missione a Mosca del Distretto turistico degli Iblei che sta partecipando alla Mitt. E’ un evento eccezionale nel settore del turismo, il più importante e il più rappresentativo per i professionisti di settore della Russia e dell’Europa Orientale. Il Forum attira ogni anno più di 3.000 aziende provenienti da 157 Paesi e regioni. La Mitt è tra le cinque mostre del turismo più grandi del mondo e giustamente riconosciuta dalla comunità internazionale.

Ottimo il riscontro ottenuto, con due nuovi contatti per la destinazione Ragusa grazie all’aeroporto di Comiso e alla collaborazione creatasi tra gli enti locali territoriali e alla Soaco che gestisce lo scalo. “Ci sarà la possibilità – dice il presidente del Distretto, Giovanni Occhipinti, presente a Mosca con il vice Angelo Chessari e con il direttore Ezio Palazzolo – di creare un charter con la Tris-T, uno dei più noti tour operator della Russia, che ha manifestato la propria disponibilità ad attivare un volo a settimana per un anno. Stesso discorso anche con Travel.coop sempre dalla Russia. Diciamo che, anche in questa occasione, abbiamo cercato di fare emergere come dal nostro territorio provenga una proposta a tre punte, con il territorio da un lato, oggi fortemente rappresentato dal Distretto, l’aeroporto, e qui si spiega la presenza a Mosca del sindaco Filippo Spataro, anche nella qualità di presidente del comitato strategico del Distretto, che ha molto apprezzato il lavoro che stiamo portando avanti, e, ancora, ed è questa la terza punta, l’offerta che siamo in grado di offrire. Ecco perché ci siamo dati appuntamento a Ragusa per un incontro con i rappresentanti dei due tour operator insieme ad una società di charter russo. Saranno da noi subito dopo Pasqua anche in seguito alla formalizzazione di una proposta proveniente dal territorio in collaborazione con l’aeroporto”.

Alla missione russa hanno partecipato anche la dottoressa Pina Distefano per conto del Libero consorzio comunale, l’ex Provincia, e la dottoressa Ornella Tuzzolino, in rappresentanza del Comune di Ragusa. “Nonostante il periodo di crisi che la Russia sta attraversando – dice il sindaco Spataro – la Sicilia e, in special modo la nostra area, restano appetibili. Ecco perché proprio in questo momento occorre scommettere nella maniera più importante con l’obiettivo di fare diventare la provincia di Ragusa, e in più in generale la Sicilia sud-orientale, una delle destinazioni più apprezzate per il popolo russo. Ed ecco il motivo per cui, facendo sistema, è più facile trovare gli agganci adeguati per fare crescere il comparto turistico nella nostra zona che, non dimentichiamolo, può diventare un traino eccezionale per l’economia locale”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi