Il siciliano Ezio Ferreri in mostra con le sue foto a Sofia con l’Iic

SOFIA- “In Sicilia. Cronache del paesaggio ultimo” è il titolo della mostra fotografica di Ezio Ferreri che verrà inaugurata il prossimo 13 ottobre alle 18 nello spazio espositivo della Biblioteca Municipale di Sofia, in piazza Slaveikov 4.

In esposizione circa quaranta fotografie a colori e in bianco e nero che ritraggono il paesaggio siciliano scattate nell’arco degli ultimi trent’anni. Alla fine verrà offerto un cocktail.
La mostra – aperta fino al 25 ottobre – è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Sofia in collaborazione con la Biblioteca Municipale di Sofia, l’Assessorato Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana, la Galleria X3 Palermo e la Camera di Commercio italiana in Bulgaria.
Ezio Ferreri ha un curriculum artistico di tutto rispetto e viene considerato un esponente di spicco della fotografia italiana contemporanea del paesaggio. Nato in Sicilia nel 1955, vive e lavora a Palermo. Fotografa dall’inizio degli anni Settanta. Ha tenuto mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Le sue fotografie corredano numerosi libri d’arte e ha pubblicato su riviste italiane e straniere. Lavora nell’ambito della fotografia per la comunicazione visiva. Insegna Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia ed Elaborazione digitale dell’immagine, presso quella di Palermo.
In concomitanza con la sua mostra di fotografie, Ezio Ferreri terrà una Masterlcass per fotografi professionisti e dilettanti il 14 ottobre alle 19:00 nell’Art Center Photosynthesis, in viale Vassil Levski, 57, che si trova presso la Sala espositiva della Biblioteca.
La Masterclass è organizzata dall’Italiano di Cultura di Sofia in collaborazione con l’Accademia Bulgara della Fotografia.
Con l’intento di intavolare una conversazione con il pubblico, Ferreri comincerà col proiettare alcune delle immagini che fanno parte della mostra per commentarle assieme ai partecipanti. Spiegherà la sua personale interpretazione della fotografia del paesaggio e proseguirà con la lettura di altri suoi lavori. Alla fine sarà lieto di rispondere alle domande del pubblico.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.