Immigrazione: minori non accompagnati,da barconi a università

PALERMO – Una raccolta di esperienze dei docenti della scuola di italiano per stranieri dell’Ateneo di Palermo a contatto con minori non accompagnati giunti in Sicilia sui barconi: si intitola “Dai barconi all’università. Percorsi di inclusione linguistica per minori stranieri non accompagnati” (a cura di Marcello Amoruso, Mari D’Agostino e Yousif Latif Jaralla). Il volume, presentato oggi pomeriggio allo Steri, racconta di esperienze maturate in “classi a due velocità” dove minori non accompagnati hanno l’opportunità di studiare insieme a studenti Erasmus, studenti stranieri che partecipano a progetti di scambio, dottorandi.

Dal libro si evince che soltanto il 10% circa di questi minori supera i cinque anni di scolarizzazione. Inoltre, un esiguo numero ha compiuto otto anni. Molti di loro, infatti, non sono andati a scuola nel loro paese e giungono in Italia senza sapere leggere e scrivere. Tra i banchi con studenti universitari dal 2012 a oggi trecento minori. Provengono dal Bangladesh e in prevalenza dall’Africa occidentale: Gambia, Senegal, Mali. Seguono Ghana, Nigeria, Costa D’Avorio, Guinea, Guinea-Bissau, Sierra Leone. Numerosi anche gli arabi provenienti dall’Africa del nord: molti egiziani e in minima parte tunisini. Nel volume prendono la parola anche i tutor, tirocinanti dell’Università di Palermo, che hanno accompagnato i giovani migranti nei tanti momenti esterni alle classi, nelle gite o alle partite di calcio di Mediterraneo Antirazzista.

Nel volume, sono contenute anche delle foto di Antonio Gervasi che documentano l’intero percorso. Infine, il libro ripercorre l’esperienza del laboratorio di “Narrazione e Teatro” e del lavoro svolto dal regista Yousif Latif Jaralla che ha cercato di scavare nei silenzi di questi ragazzi. L’obiettivo era non tanto svelarne le storie quanto i sentimenti e le emozioni. I contenuti principali del volume sono stati pubblicati sul blog “Minori stranieri non accompagnati – dai barconi all’Università” consultabile nel sito www.minorinonaccompagnatialluniversita.wordpress.com

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.