In Sicilia è boom di produzioni tropicali

Palermo – Il cambiamento climatico ha determinato in Sicilia l’intensificazione di produzioni tropicali come banane e avocado, e il caldo di questi giorni dimostra che sono colture su cui si puo’ puntare. Lo rileva la Coldiretti siciliana, che ricorda le scelte produttive soprattutto di giovani imprenditori agricoli, rivelatesi vincenti. Sono state proprio le alte temperature e gli scarsi risultati economici a portare anni fa Andrea Passanisi ad estirpare l’agrumeto a Giarre (Catania) e sostituirlo con l’avocado, sempre piu’ richiesto anche per arricchire la cucina salutistica.

Cosi’ come il caldo ha comportato l’aumento della produzione di banane, coltura da sempre molto diffusa in Sicilia, anche a Palermo, ad opera di un altra giovane imprenditrice, Letizia Marceno’. “Di necessita’ virtu’ ma anche molta preoccupazione -commentano il presidente e il direttore della Coldiretti siciliana, Alessandro Chiarelli e Prisco Lucio Sorbo – perche’ proprio il clima rischia di limitare il patrimonio di prodotti tradizionali che hanno una stagionalita’ ben definita. Di certo bisogna adeguarsi al cambiamento e trovare soluzioni che possano comunque garantire il settore agricolo e cavalcare le innovazioni”. A conferma della tropicalizzazione della Sicilia, non solo il caldo ma anche le piogge. Secondo il Sias, Servizio informativo agrometereologico dell’assessorato regionale dell’Agricoltura la piovosita’ nei tre primi mesi del 2015 e’ stata la piu’ alta dal 2003 con punte di 454,8 millimetri di Agrigento, contro i 213,7 del 2003 e i 142,3 del 2008.
Addirittura piu’ che quadruplicata la pioggia nel Catanese rispetto al 2004 quando erano caduti solo 129,8 millimetri contro i 562 di quest’anno.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.