In Tunisia nascerà la città del futuro, una concentrazione di tecnologie di punta

Tunisia Hi-Tech

(Traduzione di Marilin Ruffino) -La futura città economica sarà realizzata a Enfidha ed è dotato di strutture economiche, turistiche e culturali per consentire agli imprenditori tunisini e stranieri di avere a loro disposizione dei servizi performanti in conformità con gli standard internazionali.
La Tunisia avrà finalmente la sua città economica di alto livello. Si tratta di un progetto accarezzato che non si è potuto realizzare per vari motivi. Ora è ufficiale, il progetto sarà attuato per il benessere di tutti gli attori economici, gli investitori tunisini e stranieri, esportatori e importatori. Questo progetto è stato appena annunciato, infatti, al Forum degli investimenti tenuto recentemente a Tunisi. La città riunirà i vari organismi responsabili della finanza, investimenti e servizi amministrativi connessi. Come i paesi economicamente sviluppati, la Tunisia vuole avere ugualmente un centro nevralgico economico, in cui tutti i servizi necessari saranno concentrati per il mondo degli affari, in modo che ognuno di essi possa svolgere la propria attività e contribuire alla crescita economica.
enfidha-2-2In assenza di una tale infrastruttura, gli uomini d’affari si trovano spesso di fronte a problemi difficili da risolvere in occasione di operazioni di routine, come quelle relative alle procedure per l’investimento, anche se sono stati completati miglioramenti significativi in tale zona- , acquisizione di attrezzature di lavoro, mezzi di trasporto …
Semplificazione dei circuiti amministrativi
Di portata internazionale, la città economica di Tunisi permetterà di aggregare strutture turistiche, sociali e culturali paragonabili a quelle esistenti nei paesi europei più moderni. In realtà, l’ancoraggio dell’economia tunisina nell’economia globale richiede, tra le altre cose, lo sviluppo di nuove aree economiche e finanziarie e potenziamento delle strutture esistenti. Si tratta del fatto che gli investitori stranieri richiedono particolare informazioni prima di stabilirsi nel nostro paese, servizi performanti e di alto livello utilizzando tecnologie di comunicazione avanzate. L’obiettivo è quello di eseguire le varie procedure in breve tempo ed in un ambiente attraente. Da fare in parallelo, resta ancora la semplificazione burocratica e dei circuiti amministrativi.
Questa città dovrebbe essere realizzata nella zona Enfidha sotto il governatorato di Sousse, che è un centro industriale e turistico promettente e comprende già diverse aziende tunisine e straniere. La zona ospita anche il porto in acque profonde, progetto che porterà benefici a tutte le altre aree economiche. Durante i primi dieci anni, la città economica dovrebbe generare circa 250 000 posti di lavoro, che contribuirebbero a ridurre il tasso di disoccupazione, soprattutto tra i giovani con istruzione terziaria.
Gli obiettivi di questo progetto sono ambiziosi perché i funzionari vogliono fare di questa città un luogo di incontro per tutti gli uomini d’affari nel Mediterraneo. É in Tunisia che gli investitori nell’area del Mediterraneo potrebbero lavorare insieme in un partenariato attivo o singole azioni di cooperazione per rendere redditizi progetti ad alto contenuto tecnologico. La Tunisia è pronta a mobilitare manodopera qualificata per soddisfare tutte le esigenze dei partner europei e arabi. I grandi eventi internazionali potrebbero essere tenuti in questa città che fornirebbe gli spazi con tecnologia avanzata e ad alta capacità ricettiva, per offrire agli ospiti del nostro paese il migliore ambiente di business.
Inoltre, la città avrebbe un centro di comunicazione aziendale internazionale, facilitando le esportazioni dalla Tunisia verso i Paesi africani, asiatici e arabi. Ciò permetterà di approfittare della posizione strategica del nostro paese e del suo speciale rapporto di collaborazione con i paesi di tutto il mondo per aumentare il commercio di società non residenti e residenti. All’interno di questo processo, il settore del turismo sarebbe in grado di approfittare di queste attività economiche, fornendo agli imprenditori soggiorni di qualità nei lussuosi alberghi e tour culturali e naturali interessanti.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi