Inaugurato un nuovo impianto turbogas dell’Enel a Porto Empedocle

Porto Empedocle, Agrigento (askanews) – È stato inaugurato il nuovo gruppo turbogas della centrale Enel di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Per la sua realizzazione sono stati necessari 12 mesi e 350.000 ore di lavoro. 25 le imprese coinvolte con medie di 150 persone occupate ogni giorno. Il progetto di adeguamento impiantistico e ambientale realizzato da Enel ha richiesto un investimento di circa 80 milioni di Euro.

L’impianto, visibile in queste immagini prodotte a cura della stessa Enel, è costituito da un impianto turbogas di 80 MW, alimentato a metano. La sua elasticità di esercizio garantisce considerevoli vantaggi operativi che consentono di ottenere una flessibilità di produzione, di regolazione e di riserva, indispensabili per migliorare il servizio elettrico della Sicilia.

Rilevanti le ricadute economiche e occupazionali per il territorio. Il 90% delle attività di cantiere infatti è stata, infatti, svolta da Imprese e maestranze siciliane. In particolare, per oltre il 30%, e con punte di 80 persone/giorno nei tre mesi di picco delle attività di cantiere, è stata utilizzata una forza lavoro proveniente dal territorio locale. E per un ulteriore 10% è stata utilizzata manodopera proveniente da altri comuni della provincia di Agrigento.

La sua entrata in esercizio produce anche notevoli vantaggi ambientali perché, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie e all’uso del metano, azzera le emissioni in atmosfera delle polveri e degli ossidi di zolfo, riducendo in modo significativo anche le emissioni degli ossidi di azoto e del monossido di carbonio, in linea con le migliori tecnologie presenti oggi sul mercato.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.