Intesa Sanpaolo, Scudieri confermato presidenza SRM per triennio

Napoli, 6 mar.  – L’Assemblea dei soci di SRM – Centro Studi collegato al Gruppo Intesa Sanpaolo – ha confermato oggi Paolo Scudieri quale presidente per il prossimo triennio. Ingegnere e imprenditore napoletano, 55 anni, Scudieri è presidente dell’azienda di famiglia Adler Group di Ottaviano (poliuretani espansi, rivestimenti insonorizzanti per aeronautica, nautica e automotive). Opera anche nel campo dell’agroalimentare con “Eccellenze Campane”.

Nel ringraziare i soci per la fiducia, Scudieri, ha sottolineato come SRM si sia rafforzata negli ultimi anni “consolidando il suo ruolo di Centro Studi specializzato su Mezzogiorno, Mediterraneo ed Economia Marittima. Una tripartizione tematica coerente con le caratteristiche dell’economia e del territorio e che intendiamo sviluppare in stretta sinergia con i soci”. Le attività del prossimo triennio si concentreranno su queste tematiche “in particolare sulle filiere produttive più importanti, con l’impegno di facilitare il confronto e lo scambio di informazione tra mondo dell’impresa e il settore creditizio”.

L’Assemblea di SRM ha nominato anche il nuovo Consiglio Direttivo che risulta ora composto – oltre che dal Presidente – da Franco Gallia, direttore generale del Banco di Napoli, da Gregorio De Felice Chief Economist di Intesa Sanpaolo, da Marco Musella vice presidente dell’Istituto Fondazione Banco di Napoli, da Pierluigi Monceri direttore regionale Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna di Intesa Sanpaolo, da Marco Morganti ad di Banca Prossima, da Piero Prado dirigente di Intesa Sanpaolo Group Service e da Roberto Dal Mas direttore generale di Banca dell’Adriatico. I soci, unitamente al Consiglio Direttivo e al Direttore Generale Massimo Deandreis, hanno sottolineato come la conferma di Paolo Scudieri assicuri una presidenza di alto profilo, con un elevato grado di conoscenza del sistema imprenditoriale, capace di consolidare SRM quale Centro Studi vicino alle problematiche delle imprese e parallelamente assicurare un valido contributo alle attività di studio e ricerca.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.