Ispica guida progetto turismo nel Mediterraneo

BRUXELLES, 26 SET – E’ Ispica in Sicilia a guidare una missione di rilancio all’insegna del turismo sostenibile di destinazioni minori nel Mediterraneo. Dalla cittadina del ragusano fino a Kalavrita in Grecia, passando per Alcaraz in Spagna, insieme alla Valle Kadisha in Libano, Birzeit nei Territori palestinesi, Umm Qais in Giordania e Béja in Tunisia, l’obiettivo per tutti è quello di trasformarsi in ‘Centri di cultura locale’, luoghi ‘privilegiati’ per i vacanzieri.
Il progetto comune si chiama Onmest 2 e costa oltre un milione e settecentomila euro, di cui il 78% finanziato dal programma europeo di cooperazione transfrontaliera CBC Med.
Partita a dicembre dell’anno scorso, l’iniziativa cerca di non rispondere al modello di turismo di massa tipico dell’area del Mediterraneo, coinvolgendo nelle aree interessate soggetti pubblici e privati nel campo del turismo, camere di commercio e Pmi, associazioni culturali e del settore turistico.
Fra le azioni in pista c’è la creazione di tour ‘full immersion’ in cui i vacanzieri non siano solo spettatori, ma interagiscano con la comunità locale, più corsi di formazione ad hoc per i residenti, per promuovere lo sviluppo di progetti e attività di turismo sostenibili. A trarre benefici dal progetto europeo dovrebbero essere in particolare donne e giovani, oltre che i lavoratori dell’industria del turismo nel complesso.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.