L’antica tradizione della cucina siciliana: un libro dedicato all’arancina

Un arancino in mano per gustare i sapori della propria terra. Si è conclusa così, a Chiaramonte Gulfi, la serata dedicata alla presentazione del libro “Il gusto siciliano. Cinquanta sfumature di Sicilia”. I due autori, Giancarlo Gurrieri e Raffaeele Miciluzzo, dopo aver parlato della loro avventura, dell’idea di dedicare un libro ad un cibo tipico della tradizione culinaria siciliana, hanno voluto offrire ai presenti un “saggio” della loro bravura, offrendo alcuni degli arancini descritti nel libro, C’erano l’arancina al ragù e quella con prosciutto e mozzarella, per passare al’arancina spinaci e fiordilatte ed a quelle vegetariane e vegane. Si è concluso con le arancine dolci: alle fragole e con pera e nutella. Sono solo alcune delle prelibatezze di cui i due autori hanno voluto offrire un assaggio, tutto innaffiato con ottimo Cerasuolo e Nero D’Avola. La serata di presentazione e di degustazione si è svolta alla Locanda Gulfi, di contrada Patrìa, a Chiaramonte. A presentare il libro, insieme agli autori, anche lo storico Giuseppe Cultrera e due collaboratori degli autori: Giovanna Picciotta (bar Il Pentagono), Carmelo Floridia (Locanda Gulfi) .

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi