Le nuove rotte dell’aeroporto di Comiso. L’ex provincia vara un piano di incentivi

( di Francesca Cabibbo) – L’aeroporto di Comiso incrementerà presto le sue rotte. In vista di Expò 2015 saranno previste nuove rotte per Milano. Si cercheranno dei vettori che permettano di collegare anche altre città del Nord: Venezia o Treviso, Torino, Bologna. Sono le mete più richieste dai passeggeri siciliani, sono quelle da cui, potenzialmente, potrebbe arrivare ancora un buon numero di turisti, in via del periodo estivo.

Per l’estero, si cercherà di effettuare nuovi collegamenti, con priorità per le città di Francia, Germania, Spagna. Sono queste alcune delle priorità dettate dal cda di Soaco che, nei giorni scorsi, ha incassato anche l’appoggio ed il sostegno esplicito della ex provincia regionale di Ragusa che ha siglato una convenzione con Soaco per l’incentivazione delle rotte dell’aeroporto di Comiso. Per far questo, si utilizzeranno le somme eccedenti dei fondi ex Insicem. Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto dal commissario straordinario della Provincia di Ragusa, oggi Libero Consorzio Comunale, Dario Cartabellotta e dal presidente della Soaco Rosario Dibennardo, con l’amministratore delegato Enzo Taverniti. La provincia emanerà un bando per un ammontare complessivo di 1,6 milioni di euro che sarà destinato ai servizi offerti dalle compagnie aeree con le rotte che saranno attivate da Comiso. L’obiettivo dichiarato dal bando è quello di “promozione e sviluppo del territorio ibleo”.

“La firma del protocollo con la Soaco – afferma il commissario Dario Cartabellotta – è il primo atto concreto per avviare la promozione dell’aeroporto di Comiso ch’è centrale nella valorizzazione di questo territorio. Entro 15 giorni dalla sottoscrizione la ‘governance’ di Soaco si è impegnata a fornirci tutti i dettagli relativamente alla rotte ammesse a contributo, al calendario e alle frequenze dei collegamenti, ai parametri di valutazione dell’offerta tecnica ed economica nella previsione di adottare i criteri di economicità e convenienza. La Provincia una volta ricevuto questo studio emetterà il bando destinato alle compagnie aeree. Stiamo bruciando le tappe per consentire la stabilizzazione dell’aeroporto di Comiso specialmente ora che è entrato nel piano nazionale del trasporto aereo e viene considerato aeroporto di interesse nazionale facendo sistema con Catania”. Dibennardo e Taverniti, aggiungono:. “L’aeroporto ha un numero sempre crescente di passeggeri e questa operazione voluta con grande intuito dal commissario Cartabellotta ci consentirà di dare linfa allo sviluppo dello scalo a cavallo tra il 2015 e il 2016”.

Francesca Cabibbo

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.