Libia: liberato il medico catanese Ignazio Scaravilli

Ignazio Scaravilli, il medico catanese sequestrato in Libia il 6 gennaio scorso, è stato liberato con il concorso delle autorità di Tripoli ed è in buone condizioni di salute. Lo si apprende in ambienti dell’Unità di Crisi della Farnesina in contatto con gli altri apparati dello Stato.

Attualmente, si apprende negli stessi ambienti, Scaravilli si trova presso gli uffici delle autorità di Tripoli “per gli adempimenti di rito”, in attesa di poter “rapidamente” tornare in Italia dopo cinque mesi dal sequestro.

A rivelare in anteprima la liberazione del connazionale era stato in precedenza l’Huffington Post. Andrea Purgatori, autore dell’articolo, scrive che Scaravilli è stato liberato una settimana fa ma poi trattenuto in segreto dalle autorità di Tripoli che in cambio del suo rientro avrebbero preteso dall’Italia il pieno riconoscimento politico del governo filo-islamico, al pari di quello che Roma ha concesso al governo di Tobruk. Versione che al momento non trova conferme ufficiali.

Il connazionale, sempre secondo quanto si apprende, dovrebbe rientrare in Italia nel giro di un paio di giorni.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.