Libia: Siciliani verso la Costituente e Mabda promotori di incontri di pace in Sicilia

TUNISI – Un convegno di confronto tra tutti i Movimenti di pace dei Paesi del Mediterraneo, che si terrà in Sicilia, è il primo dei risultati dell’incontro tra la delegazione di Siciliani verso la Costituente e Mabda, movimento pacifista libico, tenutosi nei giorni scorsi a Tunisi.

“Siamo tornati da Tunisi contenti perché certi di avere arricchito le nostre conoscenze sulla reale gravissima situazione della Libia sulla quale abbiamo finalmente intravisto la strada utile da seguire- dichiarano Salvo Fleres e Salvatore Grillo, di Siciliani verso la Costituente – Illuminanti sono stati i suggerimenti degli amici di MABDA, l’unica forza politica che dice no allo scontro armato, avendo scelto il terreno del confronto democratico per essere invece  il collante tra i vari pezzi di società civile. Il loro lavoro sta dando buoni frutti: probabilmente oggi, in Libia,  le fazioni armate hanno compreso che sono nell’interesse di tutti la pacificazione e la creazione di uno Stato che sia terzo rispetto alle varie parti, in modo, innanzitutto, da riaprire porti ed aeroporti e favorire la ripresa delle attività produttive e  dei servizi essenziali”.

Su queste basi, Siciliani verso la Costituente e Mabda stanno già promuovendo un convegno  tra i movimenti che si muovono nel Mediterraneo con l’obiettivo comune di ampliare la collaborazione, la pace e il progresso, che sarà ospitato dalla Sicilia, terra che gli stessi esponenti libici ritengono strategica per motivi storici, culturali e geografici.

“Abbiamo così compreso cosa è possibile fare per aiutare il processo di pace in Libia, fatto di grandissimo interesse per l’Italia e per tutto il Mediterraneo – proseguono i dirigenti di Siciliani verso la Costituente – Il secondo atto concreto sarà un incontro  tra i giovani libici coinvolti nelle fazioni armate, che sarà organizzato  a breve  a Palermo in collaborazione con l’on. Gaetano Galvagno, Presidente dell’Intergruppo parlamentare all’ARS per l’identità Siciliana e la Regione Mediterranea”.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.