L’Italia a Pechino: mostra di artisti europei e cinesi. La Sicilia con Giorgio Distefano

La mostra rappresenta un progetto di scambio culturale che fa incontrare e miscelare tradizioni artistiche e contemporaneità di due paesi dalla storia millenaria.

L’iniziativa è alla sua seconda edizione, la prima è stata realizzata nel 2013 a Firenze con una mostra a Palazzo Medici Riccardi, organizzata dalla stessa Associazione con il patrocinio dell’Ambasciata cinese in Italia, del Consolato Generale di Firenze e della Provincia di Firenze. Quest’anno l’esposizione si sposta in Cina diventando così per molti giovani artisti italiani l’opportunità di far scoprire a un’altra fetta di mondo la propria arte. L’interesse per la pittura italiana da parte degli amanti dell’arte cinesi è cosa nota: i collezionisti più appassionati e gli acquisti dei capolavori made in Italy provengono proprio dalla Repubblica popolare cinese. Al di là dell’interesse commerciale, lo scopo principale dell’iniziativa è di promuovere lo scambio culturale tra Cina e Italia, un rapporto di amicizia e incontro ormai attivo da migliaia di anni e tutt’oggi attivo anche attraverso operazioni culturali come questa.

All’evento inaugurale, in programma per sabato 28 Maggio alle ore 15, parteciperà il curatore Wu Hong Bin, critico d’arte e docente all’Università di Ren Min a Pechino, e presenterà Giuseppe Modica, professore all’Accademia di Belle Arti di Roma.

L’esposizione “Giovani artisti cinesi-italiani a confronto”, a ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 12 giugno 2016.

Artisti cinesi partecipanti: Bai Ling Fei, Bi Xiao Hui, Chen Pei, Feng Ting Xiang, Gu Hai Tao, An Ni, Guo Yu Jian, He Yan Fei, Jia Liang, Lv Yang, Ma Hong Fa, Ma Yan Chong, Ruan Mei, Sheng Kai, Yang Xue Yong, Sun Yan, Wang Yang, Wang Tan, Liu Xian Hui, XiaoJia Mo, Xu Sai, Yang Ya Hui, Yin Xiao Chen, Yuan Jie, Zhang Bi Chuan, Zhang Chong Bo, Zhu Qi Sheng, Han Bo, Wang Yong Xue, Chen Xi, Cui Ying, Chen Chen, Wang Yan Da, Hong Bao Feng, Gu Guang Hui.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi