L’Unicredit apre a Sofia business center per imprese italiane

Unicredit Bulbank, controllata bulgara del gruppo di piazza Gae Aulenti, apre a Sofia un business center dedicato alle imprese italiane, e non solo, che intendono allargare la propria attività entrano in Bulgaria e nell’area balcanica. L’utilizzo della struttura, che viene inaugurata oggi dal Ceo del gruppo, Federico Ghizzoni, sarà gratuito per i clienti del gruppo. “E’ assolutamente gratis – spiega il responsabile del Cib di Bulbank, Michele Amadei – il ritorno per la banca è fare da facilitatore dell’attività di impresa. Se il cliente decide di investire in Bulgaria, avrà bisogno di una banca”.

E qui entra in scena Bulbank, la prima banca del Paese con circa 200 filiali e il 15% di quota di mercato. La Bulgaria ha un Pil di circa 40 mld di euro e una popolazione di 7,4 mln di abitanti, 2 mln dei quali vivono nella capitale. L’economia, vista la dimensione relativamente ridotta del mercato interno, è prevalentemente orientata all’esportazione. Il Paese, secondo Amadei, offre “notevoli vantaggi logistici”, essendo vicina alla Turchia (“quattro ore di auto da Sofia” e “a ventiquattro ore” di strada “da Germania e Italia”). Inoltre, fino al 2020 avrà a disposizione fondi Ue per oltre 14 mld di euro. Alcune multinazionali vi hanno trasferito attività non trascurabili: la Coca-Cola ha portato recentemente da Londra a Sofia il cash management, l’attività di tesoreria, del gruppo a livello mondiale.

Anche Hewlett Packard ha portato in Bulgaria i servizi informativi. Il Paese comunque, spiega Amadei, “è interessante soprattutto per le piccole e medie imprese che vogliono internazionalizzarsi”, imprese che magari non hanno le spalle abbastanza larghe per entrare in mercati grandi, ma complicati, come la Cina o la Russia. La Bulgaria, nota Amadei, offre tra l’altro il vantaggio di un cambio legato a quello dell’euro.

L’Unicredit International Center mette a disposizione facilities logistiche e spazi per eventi legati all’attività di impresa. Bulbank lo ha realizzato in un palazzo di proprietà a Sofia, la capitale, ristrutturato ad hoc, con un investimento “trascurabile”, ha spiegato Amadei. L’ottica è quella di facilitare il business dei clienti in Bulgaria: “Purtroppo non possiamo creare il successo imprenditoriale, però possiamo supportarlo”, chiosa il Ceo di Unicredit Bulbank Levon Hampartzoumian.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.