Migrazione e sviluppo nel Mediterraneo, un seminario al Sabir Festival di Lampedusa

ROMA- Si terrà sabato 4 ottobre a Lampedusa la sessione dal titolo “Migrazione e sviluppo nel Mediterraneo”, coordinata da CONCORD Italia e nell’ambito del festival di Sabir che si svolgerà sempre a Lampedusa dall’1 al 5 ottobre, finalizzato a promuovere le culture mediterranee ed in particolare a volgere uno sguardo su Lampedusa e sul tema dell’immigrazione.

All’interno dell’intenso programma del Festival, viene inserito nella mattina di sabato questo evento cofinanziato dalla Commissione Europea e dal Ministero degli Affari Esteri, nell’ambito del progetto “More and better Europe”.

Nell’incontro internazionale, il dibattito ruoterà attorno al diritto di migrazione e alla tutela dello stesso, scelta e non costrizione dell’uomo, e Focsiv parteciperà per ribadire “con sempre più forza la necessità di cambiare le direttive europee e le politiche nazionali al fine di garantire la protezione internazionale e il rilancio dello sviluppo umano”.
Il seminario inoltre darà spazio ad interventi dando voce a diverse esperienze di migranti e a richieste di trasformazione della politica; parteciperanno infine anche eurodeputati e istituzioni.
Nel corso dell’evento sarà presentato il Documento di lavoro elaborato dal al Gruppo Migrazioni E Sviluppo della piattaforma italiana di Concord, in cui sono raccolte una serie di raccomandazioni per una nuova politica di sviluppo e sulle migrazioni nel Mediterraneo.

A ribadire l’impegno di Focsiv è il Presidente Gianfranco CATTAI. “Come ben sappiamo – dice – la cosa non finirà qui, ci aspettano altre iniziative per mantenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica e della politica, contro l’indifferenza, il cinismo e la miopia di chi vuole “difendere” le frontiere”.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.