Olio d’oliva Igp, la Regione ha svolto ruolo da protagonista

“L’olio Igp può rafforzare il valore del brand Sicilia e renderci protagonisti nel mercato globale: sta a noi essere all’altezza di queste aspettative”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, durante la conferenza stampa di presentazione dell’Igp Olio Sicilia che si è tenuta, a Palermo.
“Con il nuovo Psr – ha aggiunto – stiamo premiando chi fa qualità e chi investe sull’innovazione: è una scelta strategica per il futuro. Siamo la terza regione italiana per produzione di olio, ma paradossalmente siamo molto più indietro per capacità di imbottigliamento e commercializzazione – continua Cracolici -. L’Igp rappresenta un’opportunità unica per ridurre questo gap. Favorire l’imbottigliamento del nostro olio in Sicilia, attraverso un sistema di qualità garantito, ci permetterà di vincere una delle sfide principali per la nostra agricoltura: costruire il valore aggiunto al prodotto nella nostra stessa terra, senza farlo sfruttare ad altri. Nei giorni scorsi attraverso la misura 3.1, l’assessorato all’Agricoltura ha stanziato 3 milioni di euro di fondi del Psr per finanziare i costi di certificazione (Doc, Dop, Bio, Igp) per le aziende che non hanno mai aderito ai sistemi di qualità. Abbiamo dato al comparto gli strumenti per avviare le procedure di certificazione già nella campagna olearia 2016. I passi successivi saranno quelli di costituire un Consorzio dei produttori Igp, per strutturare la filiera e la commercializzazione; un sistema di certificazione che avrà l’Irvo – Istituto Regionale del Vino e dell’Olio, come punto di riferimento e un sistema di controlli antifrode per combattere la contraffazione”, ha concluso Cracolici.
(ITALPRESS).

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi