Olio Igp e i prodotti siciliani sbarcano domani 25 maggio, a Bruxelles per una festa al Parlamento Europeo

Una festa europea per l’olio siciliano e l’intera Regione per un riconoscimento prezioso, quello concesso dalla Commissione Ue con l’approvazione dell’indicazione IGP, Indicazione Geografica Protetta, ‘Olio Extravergine d’Oliva Sicilia’. A celebrare questo successo, che per la prima volta dall’istituzione delle nuove e più restrittive regole dei disciplinari premia un olio italiano, sarà, domani, mercoledì 25 maggio al Parlamento UE l’eurodeputata del PD Michela Giuffrida, unico membro siciliano della Commissione Agricoltura dell’eurocamera che, alla presenza del Commissario Ue all’agricoltura Phil Hogan, promuoverà un evento/degustazione di prodotti siculi, non solo d’olio, ma anche di altre eccellenze eno-gastronomiche dell’Isola.
“L’Olio – spiega Giuffrida – sarà il protagonista di questa festa, alla quale sono stati invitati i 750 deputati di Bruxelles, che ho voluto personalmente organizzare perché la Sicilia percepisca la vicinanza dell’Europa che tutela le eccellenze. Il marchio IGP sia l’avvio di un percorso che punta a costruire un’economia vincente partendo proprio dalle tipicità del territorio e sfruttando un brand, quello siciliano, che è conosciuto in tutto il mondo e che – aggiunge l’eurodeputata del PD – deve essere sempre più esclusivamente associato a quanto di positivo la Sicilia esprime: un paesaggio di bellezza incomparabile, la più alta concentrazione di siti Unesco d’Italia, prodotti agroalimentari di altissima qualità che sono i nostri veri ambasciatori all’estero”. Oltre all’Olio verranno degustati anche vini, formaggi, pane prodotto da grani antichi e cioccolata di Modica dei più importanti produttori siciliani, molti dei quali saranno presenti a Bruxelles.
Il riconoscimento della Commissione Ue per l’olio siciliano “corona un lungo e difficile percorso in cui mi sono impegnata in prima persona”- sottolinea ancora Giuffrida – “ed arriva in un momento in cui c’è preoccupazione tra i produttori per l’aumento di import di olio tunisino senza dazi. Il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta – conclude l’eurodeputata – è più che mai importante per garantire i consumatori dal sempre più frequente fenomeno delle frodi: con l’IGP l’Unione europea si schiera a tutela delle eccellenze”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi