mar, 21 febbraio 2017,   00:46   

Oltre 200 aziende siciliane pronte per la certificazione Made in Italy

Oltre 200 aziende siciliane hanno partecipato ai seminari formativi sulla nuova norma Iso e adesso sono pronte ad avviare il percorso verso la certificazione di qualita’. E’ questo il risultato raggiunto con il progetto “Servizio per la qualita’ e la qualificazione delle filiere del Made in Italy”, promosso da Unioncamere Sicilia e presentato presso la Camera di Commercio di Palermo. L’obiettivo dell’iniziativa e’ quello di promuovere le Eccellenze del Made in Italy e di sostenere la competitivita’ delle imprese attraverso la loro valorizzazione sui mercati nazionali e internazionali. A tale scopo e’ stato organizzato un road show che ha fatto tappa in tutte le province al fine di presentare alle imprese e agli addetti al lavori tutte le opportunita’ offerte dagli Schemi di qualificazione messi a punto per le filiere economiche individuate sul territorio (meccanica, bioedilizia, nautica, moda, tessile e, per il settore agroalimentare, lo schema Green care) e illustrare i vantaggi derivanti dalla loro applicazione sia in termini di miglioramento delle performance che come leve di competitivita’ e marketing. Gli Schemi di qualificazione, infatti, rappresentano per le imprese degli strumenti di facile e immediata applicazione per differenziarsi sul mercato e valorizzare le competenze professionali, l’innovazione, la sostenibilita’ e l’origine dei prodotti realizzati.

“L’insieme degli schemi di qualificazione che il sistema camerale ha attivato a livello nazionale e locale – ha detto il segretario generale di Unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro – rappresenta uno strumento per la qualificazione dei comparti economici e un’opportunita’ per le Camere di Commercio di fornire servizi e assistenza alle imprese del territorio. Questi strumenti, infatti, offrono alle imprese maggiore visibilita’ nelle operazioni commerciali, facilitando la partecipazione a percorsi promozionali in Italia e all’estero e il migliore posizionamento di immagine e profilo aziendale. E’ stato anche creato un registro delle imprese che conseguiranno la certificazione ed e’ finalizzato alla valorizzazione delle filiere”. (ITALPRESS).

0 Commenti

Nessun commento!

Non ci sono ancora commenti. Sii il primo.

Lascia una replica

Rispondi