mar, 21 febbraio 2017,   00:42   

Pesca e acquacoltura, quali opportunità con il fondo europeo

Catania – Le opportunità per il rilancio della pesca e dell’acquacoltura con il Fondo Europeo del FEAMP 2014-2020: sarà questo il focus dell’evento di presentazione che si terrà lunedì 18 luglio, a partire dalle 16.00, all’Hotel nettuno di Catania (viale Ruggero di Lauria 121) e avrà il fine di informare e comunicare le linee generali riguardanti la disciplina del Programma Operativo, le azioni e gli obiettivi principali.

 Apriranno il convegno – moderato dal giornalista Luca Ciliberti – il sindaco di Catania Enzo Bianco e l’assessore all’Agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea della Regione Siciliana Antonello Cracolici. La presentazione del Programma Operativo sarà affidata al direttore generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura del MIPAAF Riccardo Rigillo; interverranno successivamente il dirigente generale del dipartimento della pesca mediterranea della Regione Siciliana Dario Cartabellotta; il dirigente della direzione generale della Pesca marittima e Acquacoltura del Ministero delle Politiche Agricole Alimentali e Forestali Marco Rossitto e il capo Unità DG Mare della Commissione Europea Fabrizia Benini. La chiusura dei lavori verrà affidata al Sottosegretario di Stato alle politiche Agricole Alimentari e Forestali On. Giuseppe Castiglione.

 L’evento di lancio che vedrà la partecipazione delle associazioni di categoria, gli operatori del settore ittico, i rappresentanti sindacali e gli stakeholder, verrà preceduto dalla conferenza stampa, che si terrà lunedì mattina (18 luglio), alle ore 11, all’Hotel Nettuno.

«Il Programma Operativo – sottolinea Castiglione – intende favorire la promozione di una pesca e di una acquacoltura competitive, redditizie, socialmente responsabili e sostenibili sotto il profilo ambientale, con l’obiettivo di implementare lo sviluppo territoriale attraverso una politica integrata che possa nello stesso tempo favorire e incentivare crescita e occupazione. Lunedì annunceremo la dotazione finanziaria, le modalità di accesso ai finanziamenti, gli obiettivi e l’efficacia delle azioni che verranno messe in campo per rilanciare e dare nuova linfa al settore».

0 Commenti

Nessun commento!

Non ci sono ancora commenti. Sii il primo.

Lascia una replica

Rispondi