Premio internazionale Virdimura alla Presidente della Repubblica di Malta, tra medicina cultura e pace.

Catania – Si è svolta la Cerimonia del Premio Internazionale Virdimura , giunto alla sua V° Edizione , nell’Aula Magna del  Palazzo Centrale  dell’Università di Catania nella mattina dell l’11 giugno scorso .  La Presidente della Repubblica di Malta , che aveva accettato già a febbraio  la proposta  del riconocimento ,dopo aver ringraziato il prof. Ignazio Vecchio, responsabile dell’organizzazione e Docente di Storia  della Medicina e Bioetica Clinica,  e la prof. Cristina Tornali, ideatrice e istitutrice del Premio, così  si esprime:”Dedico questo riconoscimento a tutte le donne e alle ragazze della nostra regione euro mediterranea, e alle loro aspirazioni a favore del benessere dei popoli”.

La Presidente della Repubblica di Malta, Marie Louise ColeiroPreca, nel suo discorso di ringraziamento ,ha manifestato la sua commozione con queste parole.: “Per me è stato emozionante scoprire la storia di Virdimura , le sue ammirevoli doti di donna e professionista, di medico attento ai più deboli. Il suo esempio non può che farmi sovvenire l’urgente necessità che si assicurino oggigiorno tutti i mezzi di supporto diretti ad assistere le giovani donne della regione euro-mediterranea, e al tempo stesso incoraggiare tutte le autorità ad applicarsi con maggior impegno nello sviluppo della pubblica istruzione delle nostre comunità, ch’esse possano aprirsi sempre più alle diversità che caratterizzano i nostri popoli e che siano disposte a godere dei benefici che esse ci offrono”.  Ha poi concluso :“Ciascuno di noi  non deve risparmiare alcuno sforzo per far sì che ai bambini sia data voce, che abbiano gli spazi a loro dovuti, e dobbiamo assicurarci di accogliere nelle nostre società gruppi e individui che sono emarginati, oppure che appartengono a quegli strati sociali più soggetti alla vulnerabilità e alla discriminazione, creando per essi un ambiente inclusivo e sereno per una vita migliore”.

Il Premio Internazionale Virdimura è  Istituito dall’Associazione italiana neurodisabili Onlus, su iniziativa dei professori Cristina Tornali e Ignazio Vecchio,anche presidente dell’ Ain stessa  ,ulteriormente promosso dalla Società di Storia della Medicina, con il suo presidente Elio Cardinale, in collaborazione con l’Ordine dei Cavalieri e Dame di Pythias, rappresentato dal Supremo Gran Cancelliere Comandante  Silvio Aliffi,  Questo riconoscimento è dedicato alla “Dottoressa Virdimura”, catanese di origini ebraiche che il 7 novembre 1376 divenne la prima donna medico al mondo, conseguendo l’abilitazione alla professione medica attraverso una commissione regia equipollente ad un vero e proprio “esame di Stato”, oggi conservato all’archivio di Stato di Palermo,grazie alle leggi federiciane vigenti nel medioevo siciliano.  Nel documento conservato all’Archivio di Stato di Palermo vi è una importante nota :Virdimura dedicò le sue cure a donne, poveri e disabili . Virdimuravisse in un periodo storico siciliano  esemplare di pace e armonia culturale  fra i popoli e per questo il Premio Internazionale a lei dedicato  è anche un premio rappresentativo di pace. .La Presidente di Malta, arrivata per una congiuntura provvidenziale in un momento delicato dello scacchiere internazionale ha impersonato il vero “spirito di Virdimura”, come dice la prof.Tornali , “ the soul of Virdimura” come esprime la Presidente Marie Coleiro La dichiarazione di amicizia fra Sicilia e Malta è presente non solo nel discorso di ringraziamento del Premio Virdimura ma è scritta nel libretto del suo discorso che il 12 presenterà anche al Parlamento siciliano. “ Sicilia e Malta  sono isole sorelle: siamo due paesi uniti e continueremo a restare uniti.”

X LA SICILIA : CATANIA 11/06/2018 : La Presidente della Repubblica di Malta Marie Louise Coleiro Preca a Catania per ritirare il premio Virdimura giunto alla V edizione.

Al tavolo la cerimonia è avvenuta alla presenza dell’Avv. Silvio Aliffi  presidente anche dell’Associazione di amicizia  Sicilia-Malta, del prof. Francesco Basile Magnifico Rettore di Catania, della  prof. Cristina Tornali, intervenuta anche come Commissario Regionale dell’Accademia di Arte Sanitaria, del Prof. Adelfio Cardinale, Presidente della Società di Storia della Medicina, del prof. Agostino Palmeri , Presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’ ateneo catanese. Hanno accompagnato la Presidente Coleiro l’Ambasciatore Vanessa Fraizer, la Console di Malta  in Sicilia  Chiara Calì . Presenti alla cerimonia  una delegazione di dignitari maltesi , tra i quali il Vice – Ministro e il Ministro della Salute maltese , nonché  Autorità Accademiche , Militari( Delegazione di Sigonella insieme al Dott. Alberto Lunetta )  e Civili, Consoli del Senegal, Avv. Franco Ruggeri, Console di Grecia, dott. Arturo Bizzarro, Console dell’Ucraina Avv. Domenico Platania, Console del Bangladesh, Avv Giovanni Vanadia , presenti in sala anche come dignitari dell’Ordine di Pythias. La Presidente  Coleiro Preca ha ricevuto il crest dell’Ordine pitiano e l’ onorificenza   come Eccellente Gran Dama Internazionale , proprio per le sue qualità di essere “ costruttrice di pace”. Domenico Romeo, Consigliere addetto ai rapporti  internazionale dell’Ordine dei Cavalieri di Damone e Pitia e Console di Turchia in Sicilia,  ha omaggiato l’Ambasciatatrice  e la Console di Malta porgendo loro l’ onorificenza di Dame dell’ Ordine . S. E.  Marie Luise Coleiro , accompagnata dalla prof. Tornali, dal prof. Vecchio e dal prof. Cardinale  hanno proseguito  la visita su Palermo dedicata ai bambini malati dell’Ospedale Di Cristina e ai malati  dell’Ismett, seguito il suo placet alla firma , al Palazzo d’Orleans , di un protocollo di intesa Sicilia-Malta per le cure dei malati,  e la sua partecipazione alla seduta del Consiglio Comunale di Palermo e quella all’Assemblea del Parlamento Siciliano dove ha sancito ulteriormente l’impegno di unione fra le due isole come promotrici di cultura mediterranea e di pace nel mondo.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi