Progetto Divin con esperti tunisini e siciliani ad Alcamo per parlare di vitigni autoctoni e biodiversità

Sostenere l’integrazione delle filiere produttive nel settore alimentare e in quello della vigna e del vino e promuovere strategie innovative per l’analisi e il miglioramento genetico delle varietà di viti autoctone secondo modelli standard.

Con questi obiettivi si riunirà giovedì 18 e venerdì 19 dicembre, nell’alcamese, il comitato di pilotaggio di Divin, un progetto di cooperazione transfrontaliera che coinvolge la Strada del Vino Alcamo doc, il CNR, il Ministero dell´Agricoltura della Tunisia ed altri enti del Governo Tunisino.
Dopo l’appuntamento della scorso giugno a Tunisi per sottoscrivere il regolamento alla base del progetto, nei prossimi giorni, gli esperti tunisini saranno in Sicilia per affrontare questioni legate alla capitalizzazione delle buone pratiche. Nelle due giornate si parlerà di: marketing del vino e nuove frontiere per la competitività in chiave transfrontaliera e trans regionale; Sicilia e Tunisia verso il Cluster Bio Mediterraneo nell’ambito di Expo Milano 2015; vitivinicoltura, filiere agroalimentari di qualità e innovazione per lo sviluppo; analisi genetica e certificazione di qualità per il vino; biotecnologie applicate alla filiera vite-vino; analisi genetica dei vitigni e certificazione genetica del vino; ricerca scientifica e trasferimento tecnologico nella filiera vitivinicola nella prospettiva della cooperazione transfrontaliera italo – tunisina; capitalizzare i risultati della ricerca per il riuso nel settore vitivinicolo.

Scopo finale del progetto è quello di sviluppare ricerche e soluzioni tecnologiche per prevenire e curare le patologie della vite e per certificare e tracciare la qualità del vino prodotto in Italia e in Tunisia.
I benefici del progetto, che ha la durata di 18 mesi, ricadranno anche su tutti i territori dell’area di cooperazione in quanto, nella parte finale del progetto, verranno sviluppate azioni di marketing congiunte per la creazione di un marchio d’area e l’ampliamento delle esperienze delle “strade del vino” per creare itinerari turistici tematici che colleghino le zone di produzione siciliane e quelle tunisine.
“Le attività del progetto sono finalizzate a rinforzare l´integrazione italo-tunisina della filiera agroalimentare vitivinicola, sia attraverso il consolidamento della cooperazione tra poli tecnologici e centri di ricerca, sia grazie allo sviluppo di azioni mirate per la promozione reciproca dei prodotti mediterranei anche in occasione di Expo 2015 – spiega Vincenzo Cusumano dell’Associazione Strada del Vino Alcamo doc -. La condivisione e messa in rete di conoscenze e metodologie innovative sono alla base di un processo di miglioramento della viticoltura e della produzione vitivinicola, che richiede necessariamente la partecipazione attiva delle realtà socio-economiche del settore”.
Le due giornate di lavoro si terranno presso la Cantina Tenute Rapitalà, giovedì 18 dicembre 2014 e presso il Resort Marchesi de Gregorio – Sirignano, venerdì 19 dicembre 2014, entrambi a partire dalle ore 16.30

Alcamo, 15 dicembre 2014

P R O G R A M M A :
Workshop 18 dicembre 2014
LUOGO: Cantina Tenute Rapitalà  SpA – Contrada Rapitalà – CAMPOREALE (PA)
Chairman: Franco Aurelio Coppola – esperto politiche di sviluppo e cooperazione
16.30 Apertura del workshop e saluti
Vincenzo Cusumano  – Presidente Associazione Strada del Vino Alcamo DOC
Vincenzo Cacioppo – Sindaco di Camporeale
16,40  Cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia e progetto DIVIN
Bartolo Vienna – Responsabile del Programma ENPI Italia-Tunsia.
Dipartimento Programmazione Regione Siciliana – Autorità di Gestione Congiunta
Angela Cuttitta  –  Coordinatrice del progetto DIVIN
17,00  Vitigni autoctoni : patrimonio della Biodiversità mediterranea
Vito Falco – Centro Regionale Vivaio “Federico Paulsen” – Regione Siciliana Assessorato Agricoltura, Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea – U.O. 26
Naima Mahfoudi – Institut National de la Recherche Agronomique de Tunisie (INRAT)
17,40  Capitalizzare le buone pratiche: marketing del vino e nuove frontiere per la
competitività in chiave transfrontaliera e transregionale
Laurent de La Gatinais – Presidente Tenute Rapitalà S.p.A.
Maurizio Miccichè – Amministratore delegato Casa Vinicola Calatrasi S.p.A
18,10  Sicilia e Tunisia verso Expo Milano 2015 con il Biomediterraneo
Rosaria Barresi – Dirigente Generale – Assessorato Agricoltura, Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea – Regione Siciliana
Saimia Saidane – Direttrice Generale della Direzione generale della Produzione Agricola (DPGA) del Ministero dell´Agricoltura della Tunisi– Tunisia
18. 30 Interventi e discussione
19.00 Conclusioni – Nino Caleca – Assessore Agricoltura, Sviluppo Rurale
e della Pesca Mediterranea della Regione Siciliana
Workshop 19 dicembre 2014
LUOGO: Resort Marchesi de Gregorio – Contrada Sirignano – MONREALE (PA)
Chaiman: Clara Minissale – Giornalista
16.30 Apertura del workshop e saluti
Vincenzo Cusumano  – Presidente Associazione Strada del Vino Alcamo DOC
Sebastiano Bonventre – Sindaco di Alcamo
Massimo De Gregorio – Azienda Marchesi de Gregorio
16.45 Vitivinicoltura, fliere agroalimentari di qualità e innovazione per lo sviluppo
Alessandro Chiarelli – Presidente Coldiretti Sicilia
Pietro Puccio – Presidente Gal di Castellammare del Golfo
Enzo Nuzzo – Presidente Banca di Credito Cooperativo “Don Rizzo”
17.00 Analisi genetica e certificazione di qualità per il vino
Francesco Carimi – Direttore IBBR
17.10 Aspetti sanitari
Davide Pacifico – ricercatore IBBR
17.20 Biotecnologie applicate alla filiera vite-vino
Angela Carra – ricercatrice IBBR
17.30 Ricerca scientifica e trasferimento tecnologico nella filiera vitivinicola nella
prospettiva della cooperazione transfrontaliera italo – tunisina
Salvatore Pasta – ricercatore IBBR
Samir Chebil – ricercatore CBBC
Naima Mahfoudi – ricercatrice INRAT
18.10 Capitalizzare i risultati della ricerca per il riuso nel settore vitivinicolo
Le ricerche INRAT
Le ricerche CBBC
Le ricerche IBBR
18.40 Dibattito
19.00 Conclusioni
Lucio Monte – Direttore IRVOS – Istituto Regionale della Vite, del Vino e dell’Olio
di Sicilia – Regione Siciliana
Germana Di Falco, esperto IAMC-CNR
Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.