Ryanair cancella altre sei rotte dall’aeroporto “Vincenzo Florio”di Trapani

Continua la strategia di Ryanair di riduzione della sua presenza a Birgi, a favore di altri scali ormai ritenuti strategici in Sicilia, come Comiso e Palermo. Ryanair ha iniziato a mettere on line sul proprio sito tutte le rotte per la Summer 2015 e ancora una volta Trapani risulta penalizzata. Mentre sul nuovo scalo di Comiso vengono riconfermate 6 rotte su sette, l’aeroporto di Birgi ne perde  sei.

All’aeroporto di Trapani, infatti, Ryanair conferma i voli per Ancona, Bologna, Bratislava, Bruxelles-Charleroi, Cracovia, Cuneo, Eindhoven, Francoforte-Hahn, Genova, Karlsruhe-Baden, Kaunas, Malta, Memmingen, Milano-Bergamo, Parigi-Beauvais, Parma, Pisa, Roma-Ciampino, Torino, Trieste, Treviso e Varsavia-Modlin. Al momento dunque risultano cancellati i collegamenti per Cagliari, Girona Barcellona, Goteborg, Maastricht, Manchester e Perugia.
Su Comiso, invece, ad oggi risultano confermate, con variazioni dei giorni in cui le rotte verranno operate, le tratte per Dublino, Londra Stansted (si volerà il venerdì e il lunedì), Roma Ciampino (che rimarrà giornaliero), Pisa (rimarrà quadrisettimanale con voli il lunedì, mercoledì, venerdì e domenica), Bruxelles Charleroi (si volerà il lunedì e il venerdì) e Francoforte Hahn (si volerà il mercoledì e la domenica).

Il neonato aeroporto “Pio La Torre” di Comiso, in un anno di vita ha superato itutti i record, nei primi mesi del 2014 sono stati già novanta milai passeggeri. A Catania, l’aeroporto di Fontanarossa registra un costante aumento di passeggeri sia nazionali che provenienti dalle rotte internazionali. Anche l’aeroporto ‘Falcone-Borsellino’ di Palermo ha avuto una crescita, ma solamente di passeggeri nazionali. Solo l’aeroporto di Trapani registra invece una costante riduzione del traffico aereo sia nazionale che internazionale.

Il disimpegno graduale di Ryanir sembra comunque legato alle inadempienze di molti comuni del trapanese verso Ryanair,  inadempienze che stanno stanno o per provocare uno stop, od almeno un improvviso rallentamento, dell’attività degli irlandesi sullo scalo di Birgi

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.