Scuola: boom adesioni al progetto Erasmus, Sicilia prima in Italia

Palermo, 6 feb. – La Sicilia in prima fila nella partecipazione al progetto Erasmus. Secondo dati diffusi dall’Agenzia nazionale Erasmus+ Indire, l’anno accademico 2013/2014, l’ultimo censito in modo completo, ha segnato un record: sono 1.130 gli studenti e insegnanti siciliani delle scuole medie superiori siciliane che collaborano in partnership internazionali con studenti e docenti di altri paesi d’Europa.
Di questi 943 sono partiti per studio e 187 per tirocinio in imprese europee. 261 poi le borse di mobilita’ per docenti delle scuole siciliane a partire nei prossimi mesi, o gia’ partiti all’inizio dell’anno scolastico, per svolgere un corso di formazione o un periodo di codocenza nel vecchio continente.
Il 15% del totale nazionale. Sempre in Sicilia, i gemellaggi eTwinning confermano il trend di crescita mostrato a livello italiano. Oltre all’aumento nelle registrazioni, con 2.703 insegnanti iscritti (+29% rispetto al 2013) alla piattaforma, si registrano incrementi significativi anche nei progetti didattici, arrivati a 1.236 (+21%). La piattaforma eTwinning, che adesso consente anche l’attivazione di gemellaggi tra scuole italiane, offre agli insegnanti l’opportunita’ di connettersi, collaborare e condividere attraverso la piu’ grande comunita’ europea dedicata all’apprendimento online. I numeri confermano che l’accoppiata giovani-Europa, in Sicilia funziona anche per l’Universita’.

Qui nel 2014 sono stati 5mila i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato al Programma europeo Erasmus+. Nel complesso sono 10 gli istituti di istruzione superiore siciliani coinvolti. L’ateneo piu’ attivo e’ l’Universita’ degli Studi di Palermo, con 621 studenti in uscita (563 per studio e 58 per tirocinio), seguito dall’Universita’ degli Studi di Catania con 269 studenti (216 per studio e 53 per tirocinio) e dall’ateneo messinese con 160 studenti (99 per studio e 61 per tirocinio). Per il 2014-2015 ne sono stati finanziati altrettanti e, considerato il tasso di crescita registrato negli anni, e’ realistico pensare a un aumento. Notevoli anche le cifre riguardo l’accoglienza. La Sicilia ospita ogni anno accademico circa 660 studenti stranieri, nel 70% dei casi sono spagnoli, francesi e tedeschi e turchi. In media, gli studenti in entrata hanno 22 anni e mezzo e trascorrono nella regione 7 mesi. Gli atenei siciliani che accolgono il maggior numero di studenti stranieri sono Palermo, Catania e Messina. Lo studente siciliano che utilizza il programma europeo ha in media 23 anni e mezzo, nel 58% dei casi e’ donna, il 55% dei casi sceglie Spagna, Francia, Germania o Portogallo come destinazione per studio, dove resta per circa 6 mesi, mentre privilegia il Regno Unito per svolgere tirocini in impresa.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi