Sempre più intensi i rapporti tra Sicilia e Turchia, delegazione a Cesme

Si è conclusa la visita  in Turchia del Console Generale di Turchia in Sicila ed una  delegazione a  Cesme e Kusadasi, mete turistiche di  eccellenza della regione dell’Egeo.  Intervistato al suo rientro il Consola Domenico Romeo ha dichiarato la sua piena soddisfazione per gli interessanti incontri che si sono avuti a Cesme ed a Kusadasi, ospite dei rispettivi  Sindaci  che  hanno inviato il Console Romeo ed una sua delegazione a partecipare all’apertura della  stagione  estiva.

La prima visita si è svolta Cesme, dove il  Console è stato accolto dal Sindaco Muhittin Galgic, presenti all’incontro,  l’esimio rettore Università di Economia a Balcova (izmir)  prof. Tuncdan Baltacioglu  e, dal Gran Cancelliere Comandante dell’Ordine dei cavalieri di Pitias,  Silvio Aliffi., anche nel suo ruolo di  Presidente del Club  Sicilia Malta  e dell’Associazione Imprenditori Siciliani a Malta

Sindaco di CesmeSuccessivamente gli stessi hanno incontrato  il  Governatore di Cesme  S.E. Mustafa Erkayiran, che ha  ritenuto di estremo interesse il progetto di gemellaggio fra  Cesme  ed una similare  citta della Sicilia proposta dal Console Romeo. Lo stesso assieme al Sindaco hanno dichiarato la propria disponibilità a venire in Sicilia per conoscere le bellezze di questa Terra, ormai tanto apprezzata dai turchi per l’ormai consolidato rapporto di collaborazione instaurato dal Console Romeo ed oggi maggiormente supportato dal collegamento diretto giornaliero da Catania  per Istanbul.  A seguire,  assieme al Console del Sud Africa per la Regione dell’Egeo Tamer Taskin ,  amico personale del Console Romeo, gli stessi sono stati ricevuti ad Izmir dal Console Generale d’Italia  S.E. Luigi Iannuzzi, discutendo la possibilità di  veicolare in collaborazione con il Consolato Italiano ed i Sindaci delle città interessate,  delle performance di artisti Siciliani  nella Regione dell’Egeo in  concomitanza a dei festival che  normalmente  vengono organizzati per promuovere la cultura e le tradizioni delle rispettive  realtà , inserendo  nel contempo la degustazione di  prodotti e della tipica cucina siciliana, tanto apprezzata in Turchia.

A  Cesme  la delegazione ha  incontrato il Presidente dell’Associazione Albergatori del distretto turistico di Cesme,   Veysi Oncel, che ha intrattenuto gli ospiti nel suo bellissimo albergo  “ PIRIL Hotel”, il  Presidente della Camera di Commercio  dell’ Artigiani   Osman  Kofuncu,  ed alcuni imprenditori  del settore alberghiero, Mustafa Yuksekol, di  Cardak Villa  e  Mehmet Altindag di My Stone Home Hotel, i quali hanno offerto le disponibilità delle loro prestigiose  strutture atte ad ospitare le delegazioni siciliane.  Cesme, grazie alla sua favorevole posizione, situata nella parte Nord della regione dell’Egeo al confine con la Grecia, rappresenta una delle piu interessate mete turistiche residenziali della Turchia.

Imprenditori CesmeDispone di 4 porti turistici  ed in essa si svolgono durante tutto l’anno, Convention e meeting internazionali, grazie ai suoi numerosi e confortevoli Hotels. Da Cesme  partono svariati collegamenti giornalieri con traghetti per Chios ed altre isole greche.  La delegazione siciliana ha lasciato  Cesme  proseguendo per Kusadasi, altra interessante meta turistica della Turchia, che include  Efeso ed altre preminenti mete turistiche culturali. Qui , assieme ad altri Sindaci e Consoli di città e Paesi stranieri, hanno  partecipato ad  un summit  tra le diverse Città gemellate  con  Kusadasi  e sono stati ricevuti dal Governatore di Kusadasi S.E. Muammer Aksoy e dal Sindaco di Kusadasi Ozel  Kayali e dalla Deputy Mayor ,  Ayse Serifoglu,  organizzatrice dei progetti di gemellaggio con la ridente cittadina.  Questa occasione, servirà al Console Romeo per poter individuare e prospettare delle città in Sicilia che potranno  ben competere con le città Turche, intensificando òl ancor di piu i rapporti turistici, economici e culturali fra le due Regioni

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi