Sicilia e Cina insieme a caccia di nuove opportunità di business

Sicilia e Cina insieme a caccia di nuove opportunita’ di business: dalle tecnologie alle innovazioni, dal turismo alle produzioni agroalimentari. E’ con questo obiettivo che stamattina, Confindustria Sicilia, partner di Enterprise Europe Network (Een), la piu’ grande rete europea di servizi a sostegno delle pmi, ha organizzato un incontro tra una delegazione della provincia di Sichuan composta da membri di Een e dall’Eupic (l’organismo semi-governativo di cooperazione tra imprese europee e cinesi) e i rappresentanti dei distretti produttivi siciliani (distretto tecnologico micro-nano; Etna Valley; Biomed; Meccatronica; cluster consorzi export; cluster vino e beni di lusso; consorzio cioccolato; Expo 2015 e cluster Biomediterraneo, Agroalimentare e Turismo).

All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Segree Dai, ceo Eupic; Kenny Xue, deputy general manager; Silver Tian e Maggie Zhang, Een coordinator; Nino Salerno, vicepresidente di Confindustria Sicilia con delega all’internazionalizzazione; Ornella Laneri, presidente di Confindustria Sicilia Alberghi e Turismo; Giovanni Catalano, direttore di Confindustria Sicilia; Linda Vancheri, assessore regionale alle Attivita’ produttive; Dario Cartabellotta, capo del Dipartimento pesca della Regione siciliana. “La Cina – ha detto Salerno – e’ la maggiore economia del mondo e mostra una grande attenzione per il made in Sicily. Una opportunita’ che non puo’ essere ignorata. E’ per questo che Confindustria Sicilia ha voluto dare un seguito alla missione dello scorso ottobre a Sichuan, e oggi sono lieto di poter dire che le nostre imprese, a dispetto dei luoghi comuni, sono capaci di fare sistema. I distretti, i consorzi e le aggregazioni tra imprese presenti oggi ne sono una testimonianza”.

“La Sicilia – ha sottolineato Laneri – e’ una regione unica al mondo. Difficilmente un territorio e’ in grado di offrire contemporaneamente eccellenze naturali, gastronomiche, artistiche e culturali: tutto cio’ attrae i viaggiatori cinesi ed e’ su questo che dobbiamo puntare, promuovendo le nostre imprese”. “L’obiettivo – ha commentato Catalano – e’ quello di aprire sempre di piu’ le nostre imprese al mercato estero, fornendo loro gli strumenti necessari per confrontarsi con il resto del mondo”. “Le piccole e medie imprese europee – ha aggiunto Giada Platania, rappresentante della rete EEN di Confindustria Sicilia – sono all’incirca 24 milioni. Di queste, appena 250 mila esportano in Cina. E’ chiaro, quindi, che le potenzialita’ e gli spazi liberi siano ancora enormi”. La delegazione cinese si e’ quindi spostata a Palazzo d’Orleans. (ITALPRESS).

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.