Sicilia Mondo alla cerimonia del premio ” Essenza donna 2015″

CATANIA – Si è svolta nel salone del Castello Normanno di Motta Santa Anastasia la XV Edizione del Premio Nazionale “Essenza Donna 2015”, organizzato dalla Accademia d’Arte Etrusca e patrocinato dal Comune di Motta Sant’Anastasia.

Dopo il saluto del sindaco Anastasio Carrà e dell’Assessore alla Cultura Anastasia Di Stefano, la Presidente dell’Accademia Carmen Arena ha illustrato le finalità culturali della premiazione. La manifestazione, condotta dai giornalisti Jolanda Scelfo e Antonino Blandini, è stata arricchita dagli interventi musicali eseguiti da Leonardo Adornetto. Tra le premiate, particolarmente applaudita è stata la poetessa Rosa Muscarà, in rappresentanza di Sicilia Mondo e delle donne residenti nelle varie parti del mondo.
Prendendo la parola, la poetessa ha ringraziato per “l’ambito premio” precisando di volerlo dedicare “alle altre donne, spose-madri lontane dalla Sicilia, ricordando la tragedia dell’emigrazione. È certamente merito di Sicilia Mondo e dell’impegno del suo Presidente avv. Mimmo Azzia, – ha detto – avere realizzato canali di comunicazione in tutte le parti della terra dove risiedono aggregazioni siciliane, in un lavoro tenace di diversi decenni. Questo tessuto mediatico ha consentito alla sensibilità della donna siciliana, di trovare la spinta necessaria per far conoscere la propria identità, ricca di valori, di storia e di cultura. Confrontarla con altre culture, integrarsi. Ma soprattutto di avere divulgato con orgoglio la sicilianità nel mondo”.
La premiata ha quindi recitato la poesia “Donna di Sicilia sono”
“Ringrazio Rosa Muscarà, poetessa siciliana di spessore culturale, – ha detto Azzia nel suo intervento – per questa sua sensibilità nell’avere dedicato il “Premio Essenza Donna 2015″ alle donne siciliane che vivono fuori dalla Sicilia e di averle rappresentate nell’odierna manifestazione, nel filone culturale che Sicilia Mondo persegue nelle sue operatività”.
“Occorre dire – ha aggiunto – che le donne siciliane sono molto apprezzate nelle società di insediamento. Di regola sono sempre eccellenti. Quelle che si sono realizzate nei posti di responsabilità, nelle professioni, nella famiglia, negli studi, quelle ancora in cerca di lavoro. Ma tutte hanno sempre fatto onore alla Sicilia, alla sua immagine, alla sua cultura. Eccellente e con valore aggiunto, è certamente la figura della donna nella condizione di emigrata, eroica, silenziosa, determinata. Epopea vera nella storia del nostro Paese. Una immagine esemplare di donna non ancora sufficientemente conosciuta e rivalutata. Icona-simbolo da indicare alle nuove generazioni”.
“La premiazione di oggi alle donne siciliane, – ha proseguito Azzia – conferma un rapporto di vicinanza ancora vivo con moltissime famiglie che vivono nei vari Continenti, rapporto spesso tramandato dai genitori e dai nonni, dove la donna è sempre stata ed è tutt’ora fattore e collante di collegamento”.
In questa direzione, Sicilia Mondo “ha dato il suo contributo attraverso la rete di rapporti, di contatti e di amicizie con le Associazioni aderenti fuori dalla Sicilia. Una rete in continua espansione – secondo Azzia – dove sono transitate, da padri in figli, due generazioni di corregionali in un rapporto consolidato in mezzo secolo di attività. Senza sospensioni o interruzioni”.
Nel corso della serata, il Premio “Essenza Donna” è stato altresì conferito a donne che si sono distinte “in importanti settori della vita sociale, contribuendo con la loro intelligente opera, permeata di grande umanità, a garantire migliori condizioni di vita alle collettività in cui svolgono il loro importante lavoro, universalmente apprezzato”: Francesca Raciti, Presidente del Consiglio comunale di Catania, Anna Lisa Fassari, per la medicina; Elena Caruso per il giornalismo; Francesca Catalano, presidente dell’A.N.D.O.S.; Maria Grazia Accordino, “per l’intensa attività svolta quale presidente della Pro-Loco e della FIDAPA”; Maria Pasqua Fumera, “per l’impegno profuso nel ruolo di docente”; Deanna Carpenter “per il complesso incarico di “NASSIG” Public Works Office”; Laura Zavatta, “per la cultura”.
Gli ospiti hanno anche potuto ammirare i dipinti di numerosi artisti dell’Accademia. (aise)

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.