Sicilia: nuovo mutuo da 2 mld per debiti sanita’, il ddl all’Ars

Palermo, 21 nov. – E’ stato trasmesso oggi all’Ars un disegno di legge approvato martedi’ scorso dalla giunta regionale per l’accensione di mutuo trentennale da due miliardi, destinata a pagare i debiti della sanita’, e in particolare quelli relative alle forniture. La copertura deriva da un congelamento, per tutta la durata del mutuo, tanto dell’addizionale Irpef quanto delle aliquote Irap. Per ripianare il debito del sistema sanitario, la Regione aveva gia’ deciso nel maggio scorso un prestito da un miliardo di euro, rivelvatosi insufficiente. In Aula si preannuncia battaglia, come suggerisce la prima e dura reazione del capogruppo di Forza Italia, Marco Falcone, che attacca l’assessore all’Economia, Alessandro Baccei, “uomo voluto da Renzi”: “Baccei -afferma Falcone- non indebiti oltremodo la nostra terra, come richiesto anche dalla Corte dei Conti, ma si adoperi a rimuovere le ingiustizie ai danni della Sicilia, dimostrando capacita’ nell’eliminare l’insopportabile prelievo tributario di oltre 1 miliardo e 100 milioni di euro ai danni della Regione da parte dello Stato, e battendosi per ridurre la quota relativa alla compartecipazione alla spesa sanitaria da parte della Regione, ad oggi la piu’ alta d’Italia”.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.