Sicilia partner di Expo2015. L’Assessore Caleca: “Porteremo 2000 anni di valori e cultura

PALERMO – “Porteremo ad Expo 2015 duemila anni di valori e cultura per ripartire dal Mediterraneo”. E’ quanto ha affermato il neo assessore all’Agricoltura della Regione siciliana, Nino Caleca, nel corso della conferenza di presentazione dei bandi per la partecipazione al Cluster Bio Mediterraneo. Gli avvisi, che potranno essere reperiti sul sito www.biomediterraneo.com, contengono tutte le informazioni utili per chiunque, a diverso titolo, voglia partecipare al prestigioso evento internazionale che si svolgera’ a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015. Il Cluster e’ l’innovativa formula utilizzata da Expo per aggregare intorno ad aree tematiche omogenee diverse nazioni.

La Sicilia, individuata quale contraente di Expo per la gestione del Cluster Bio-Mediterraneo, avra’ il compito di coordinare le iniziative degli undici paesi partecipanti (Grecia, Libano, Egitto, Libia, Tunisia, Algeria, Malta, San Marino, Albania e Montenegro) e di amministrare tutte le iniziative e gli eventi che si realizzeranno all’interno dell’area comune. “La Sicilia, attraverso il ruolo di capofila del Cluster – ha precisato l’assessore Nino Caleca – potra’ realizzare in concreto quella politica di coesione e condivisione di progetti e valori tra i Paesi del Bacino del Mediterraneo che tanto possono fare oggi per il recupero di relazioni di pace e di crescita economica e sociale tra i popoli. Tenteremo di riportare centralita’ alla Dieta mediterranea intesa come stile di vita basato sulla convivialita’, la cultura, le relazioni interpersonali, restituendo ad un mondo che ha perso di vista l’interesse comune i valori millenari legati alla terra ed alle tradizioni. Expo sara’ anche – ha ribadito l’assessore – l’occasione per avvicinare i giovani alla terra.

L’Assessorato Agricoltura, infatti, orientera’ molte delle proprie risorse verso la promozione di nuove imprese giovanili che sappiano coniugare tradizione e innovazione, terra e mezzi di comunicazione globali. Altro elemento che sta a cuore all’assessore Nino Caleca il rispetto dei protocolli di legalita’.

“Il viaggio verso Expo parte dall’albero Falcone – ha dichiarato -. La Sicilia sceglie con forza e determinazione la legalita’ come strumento di partecipazione. Attiveremo – ha precisato Caleca – tutti gli strumenti giuridici possibili per garantire che neanche un’azienda che opera nella illegalita’ possa essere presente all’EXPO in rappresentanza della Sicilia. La Sicilia che porteremo avanti sara’ quella dei buoni prodotti, della qualita’, del lavoro e delle scelte etiche”. L’area comune del Bio Cluster copre uno spazio di circa 4.600 metri quadrati all’interno del quale si trovano 4 punti di ristorazione/market che saranno destinati: 2 alla ristorazione, uno alla panificazione e dolci, uno al wine-bar.

I destinatari degli avvisi (che potranno essere scaricati integralmente dal sito sopra indicato) avranno tempo entro il 30 novembre 2014 per far pervenire le proprie candidature sia in forma cartacea che attraverso posta elettronica all’indirizzo biomediterraneo.expo2015@regione.sicilia.it.

Categorie interessate sono: aziende di prodotti agricoli, ittici ed agroalimentari di Sicilia, Comuni, operatori “destinazione Sicilia” dei visitatori Expo, Gruppi di azione locale (GAL) e Gruppi di azione costiera (GAC) della Sicilia (Enti strumentali della Regione Siciliana, Universita’ ed Enti di ricerca, Scuole, Chef e cuochi, Associazioni, fondazioni, persone fisiche e giuridiche, banche.

Gli interessati potranno trovare nel sito www.biomediterraneo.com i bandi e gli schemi utili alla presentazione delle idee progettuali.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.