Sport: a Ragusa ”Comegym’, delegazioni di 15 Paesi per giochi ginnastica artistica

Palermo, 1 settembre. La macchina organizzativa si è già messa in moto da giorni. La città di Ragusa è pronta ad ospitare i Giochi del Mediterraneo della ginnastica artistica riservata ai migliori juniores maschile e femminile. Il ‘Comegym’ sarà ospitato il 6 e il 7 settembre prossimi al palazzetto dello sport ”Pino Minardi” di contrada Selvaggio. Un grande evento sportivo per l’area iblea che, non a caso, ha visto la mobilitazione, oltre che della delegazione provinciale del Coni, assieme alla Scuola regionale di sport della Sicilia, anche dell’Amministrazione comunale di Ragusa. Sono quindici i Paesi che saranno rappresentati. A Ragusa arriveranno le delegazioni di Algeria, Cipro, Egitto, Francia, Giordania, Grecia, Italia, Macedonia, Malta, Marocco, San Marino, Siria, Spagna, Tunisia, Turchia. Già il 4 settembre sera, dopo l’accoglienza, ci sarà una prima riunione informativa in cui saranno rese note, ai partecipanti, le informazioni sull’andamento dell’evento. Quindi il 5 settembre ci sarà la giornata dedicata agli allenamenti ufficiali. Giorno 6, invece, è prevista la cerimonia ufficiale d’apertura, a partire dalle 16, e, a seguire, le prime gare che continueranno anche nella giornata del 7.

Ed è il vicesindaco con delega allo Sport, Massimo Iannucci, a sottolineare come per ”la Giunta municipale questo evento rappresenti una grande occasione. Dall’ottobre scorso, infatti, da quando è ricaduta la scelta su Ragusa, in lizza per la candidatura dei giochi Comegym, ci stiamo preparando per ospitare al meglio questo evento”. La kermesse, infatti, secondo Iannucci, trasformerà Ragusa “per una settimana nella capitale della ginnastica artistica a livello dei Paesi del Mediterraneo. Ospiteremo, inoltre, i massimi vertici delle federazioni a livello mondiale ed europeo. E ci saranno anche i vertici della federazione africana. Insomma, Ragusa si trasformerà in una realtà crogiuolo di razze che parleranno tutti la stessa lingua, quella universale dello sport” conclude.

Gianni Contino

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.