Tunisia: il siciliano Alfonso Campisi dirigerà la sede dell’ Aislli all’Università de La Manouba

TUNISI – L’Associazione internazionale per gli studi di Lingua e letteratura italiane (Aislli) apre all’Università de La Manouba di Tunisi la sua prima sede nel continente africano. Fattore determinante nella scelta della Tunisia, preferita rispetto a paesi dell’Africa del Sud dove le comunità italiane sono ancora fortemente rappresentate, è la consolidata presenza della lingua italiana nel sistema educativo e universitario tunisino.

Circa 50.000 studenti delle scuole superiori la scelgono infatti come lingua opzionale, moltissimi altri come seconda lingua all’Università o si iscrivono ai corsi di laurea in italianistica all’Università.

L’Aislli, istituzione accademica riconosciuta dall’Unesco fin dal 1950, ha designato a dirigere questo nuovo ufficio Alfonso Campisi, docente di filologia italiana e romanza alla Manouba, nonché autore di numerose opere su Mediterraneo, Sicilia e Tunisia. Campisi spiega ad ANSAmed che tra gli obiettivi dell’ufficio, che opererà in coordinamento con il Ministero dell’Universita’ e Ricerca tunisino, non c’è solo la diffusione della lingua e cultura italiana, ma anche la volontà di approfondire l’influenza culturale italiana su quella africana, in particolar modo tunisina, e viceversa.

Il dialogo interculturale e linguistico tra Tunisia, Italia ed altri paesi africani si concretizzerà con la prima conferenza internazionale, in collaborazione con il Dipartimento di italianistica de la Manouba, il 16-17 febbraio 2015, dal titolo ”Visioni mediterranee: itinerari,identità e migrazioni culturali.

Sono molte le Università tunisine ad offrire corsi di italianistica e compito dell’Istituto italiano di cultura è promuovere la lingua italiana anche favorendo l’istituzione di nuove cattedre ed attività di scambio e convenzioni tra università italiane e tunisine.

Ad ampliare l’offerta accademica in italianistica si segnala, a partire dall’anno accademico 2014/15, l’attivazione di un nuovo corso di laurea in lingua, lettere e cultura italiana presso l’Università di Sfax.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.