Tunisia: l’Ue amplia quote import di olio di oliva tunisino

TUNISI, 30 GEN – La Commissione europea ha adottato un regolamento che aumenta le quote mensili di importazione di olio d’oliva prodotto in Tunisia per il periodo che va dal 1 febbraio al 31 ottobre 2015. Una decisione che aumenta notevolmente il potenziale totale delle esportazioni tunisine di olio di oliva per i mesi di febbraio e marzo (da 5.000 a 18.000 tonnellate), e da aprile ad ottobre 8.000 (tonnellate) perché influenza la quota annua già fissata. Sulla base dell’Accordo di Associazione tra Ue e Tunisia, infatti, le esportazioni tunisine di olio d’oliva verso l’Ue sono oggetto di una quota annuale per il 2015 di 56.700 tonnellate. La gestione della quota è limitata da quantità mensili massime definite per regolamento. La flessibilità introdotta, si legge in un comunicato dell’Ue, permetterà agli operatori tunisini di massimizzare le esportazioni di olio d’oliva esentato dei diritti di dogana verso l’Ue e di profittare nel contempo del raccolto di una stagione eccezionale. L’olio di oliva rappresenta la principale voce delle esportazioni agricole tunisine verso l’Ue e riveste un’importanza fondamentale per il paese occupando nel settore indirettamente circa un milione di addetti. Questa misura dimostra l’impegno dell’Ue ad approfondire in tutti i settori il suo Partenariato privilegiato con la Tunisia nel momento in cui il Paese progredisce nel suo cammino verso la democrazia. Dopo lo svolgimento delle elezioni legislative e presidenziali, l’UE è determinata a sostenere politicamente e finanziariamente le nuove autorità in vista delle riforme necessarie per consolidare le conquiste democratiche ed affrontare le sfide socioeconomiche del paese.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.