Turismo: gli svedesi atterrano a Comiso e invadono Marina di Ragusa

Gli svedesi invadono Marina di Ragusa. E’ la città balneare, che in questi mesi vede un netto calo di presenze (quasi tutti i vacanzieri hanno lasciato gli alberghi e le case di villeggiatura) si ripopola per la presenza di un folto gruppo di turisti provenienti dal Nord Europa. Sono arrivati in provincia di Ragusa con i nuovi voli programmati Sandjet e dalla Travel service per l’aeroporto di Comiso. I voli charter Travel Service sono arrivati a Comiso il 25 settembre, erano stati preceduti da un altro volo qualche giorno prima. Anche in questo caso, si è svolto il rito del “water cannon” il getto d’acqua dei vigili del fuoco sull’aereo che atterra per la prima volta sulla pista.
I voli della Travel service sono organizzati in Sicilia dal tour operator JTS Tour. Andranno avanti fino a metà novembre. I mesi autunnali, ancora molto miti in Sicilia, sono tradizionalmente molto graditi per il turismo dei paesi scandinavi. Con il primo volo sono atterrati 160 passeggeri, in tutto ci saranno quattro voli la settimana, con una previsione di circa 600 turisti, con soggiorni di 7 o 10 giorni. La maggior parte raggiungerà gli alberghi di Marina di Ragusa.

Miriana Kondik, general manager di JTS, svedese d’origine, che da tempo si è trasferita in Sicilia, ha creduto su questi voli ed ha lavorato un anno per programmarli. “La zona di Ragusa è molto interessante. Questo territorio può offruire molto, per certi aspetti non ha nulla da invidiare a come Taormina o Giardini Naxos. Abbiamo bloccato diverse strutture ricettive (residence ed alberghi) per ospitare i nostri turisti, per la maggior parte a Marina di Ragusa”. La maggior parte dei passeggeri sono adulti, ci sono molte famiglie, ma anche pensionati con tanto tempo libero che, tra l’altro, possono usufruire delle tariffe da bassa stagione. Sono molto apprezzati anche gli itinerari eno-gastronomici.

Francesca Cabibbo

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.