Ventisei imprese siciliane sbarcano entro fine anno nel Qatar

Palermo – La Sicilia sbarca negli Emirati Arabi. A fine anno a Doha, capitale del Qatar, verrà inaugurato uno spazio espositivo di 1.600 metri quadrati dedicato alla Sicilia all’interno della più grande piattaforma commerciale del Medioriente. La Sicilia sarà rappresentata da 26 aziende, soprattutto del settore agroalimentare, dal maestro pasticciere Nicola Fiasconaro di Castelbuono all’azienda del caffè Morettino di Palermo, mentre lo chef delle Terrazze a Mondello, Francesco Piparo, gestirà un ristorante all’interno del centro. La notizia è trapelata, oggi, durante la presentazione, a Palazzo d’Orleans, a Palermo, della conferenza internazionale «Mediterraneo: piattaforma di dialogo tra le culture investimenti e politiche di sviluppo sostenibile», che si terrà nel capoluogo siciliano il 24 e 25 ottobre.

L’idea di un comparto della Sicilia nel Medioriente è nata dalla collaborazione con gli sceicchi Al Emadi e Al Tani. È un progetto di qualche anno fa, abbiamo lavorato dodici mesi sottotraccia e poi abbiamo firmato un accordo con i due sceicchi. La Regione in pratica ha fatto da apripista per gli imprenditori siciliani».

L’11 novembre lo chef Piparo cucinerà una cena riservata per lo sceicco Al Emadi e altri 50 invitati, durante la quale saranno serviti solo prodotti siciliani, dal gambero rosso di Mazara del Vallo alla cassata del maestro Fiasconaro, titolare insieme ai fratelli Martino e Fausto dell’omonima azienda dolciaria, ormai conosciuta in tutto il mondo che ha sede a Castelbuono nel cuore del Parco delle Madonie.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi