Sicilia, Distretto lattiero caseario, preoccupazione per il taglio fondi al Sud

Ragusa – Ha avuto luogo ieri, in video conferenza, l’annunciata riunione del Comitato Direttivo del DiProSiLaC. All’ordine del giorno l’allarme del settore agricolo siciliano e meridionale per il paventato taglio dei fondi destinati alle regioni del sud che, anzicchè essere sostenute per la riduzione del divario fra le zone meglio attrezzate e più ricche e le aree del Paese più povere e più emarginate, e non solo per le distanze, per la condizione di perifericità e sul piano climatico, si vedono ulteriormente penalizzate per logiche per nulla accettabili.

Con voto unanime è stato approvato un documento col quale viene sollecitata la revisione della proposta per riequilibrare la ipotesi posta al vaglio della conferenza Stato Regioni. E ciò per rispondere alle legittime attese degli agricoltori e degli allevatori siciliani e meridionali, senza alcuna discriminazione ed in linea con le direttive comunitarie.

Sulla questione il Comitato ha espresso apprezzamento per la tempestiva presa di posizione del Governo Regionale ed in particolare del presidente della Regione Nello Musumeci che ha voluto confrontarsi subito col Ministro Stefano Patuanelli, per l’incisiva azione svolta dell’Assessore Toni Scilla che ha sottoscritto insieme ai colleghi delle altre regioni meridionali il documento prodotto allo stesso ministro ed alla Conferenza Stato Regioni, e per la puntuale, continua ed efficace attività del dirigente generale del dipartimento agricoltura Dario Cartabellotta che, grazie alla sua preparazione ed alla sua professionalità, si è mosso subito come dovuto per gli interessi degli agricoltori e degli allevatori siciliani.

Tale documento è destinato oltre che al Ministro Patuanelli ed ai rappresentanti del Governo Siciliano, alle Organizzazioni Agricole siciliane, a tutti i Parlamentari Regionali, Nazionali ed Europei eletti in Sicilia oltre che a tutti i comuni che hanno sottoscritto il patto di sviluppo del DiProSiLaC.

Nel corso della riunione si è parlato poi dei ritardi coi quali l’Assessorato Regionale delle Attività Produttive sta intervenendo per dare prospettive ai Distretti; della mancata convocazione dell’incontro chiesto all’Assessore Regionale dell’Agricoltura per definire gli aspetti normativi per l’introduzione anche in Sicilia la misura 14 del PSR sul benessere animali e per affrontare le diverse problematiche che affliggono il settore agricolo siciliano per le conseguenze della pandemia in corso e per l’anomalo andamento dei prezzi dei prodotti e per il continuo aumento dei costi di produzione. E’ stato per questo dato mandato alla presidenza di prendere i dovuti contatti presso le competenti sedi del Governo Regionale per sollecitare specifiche interlocuzioni e di procedere alla convocazione, entro il corrente mese, dell’assemblea generale dei soggetti imprenditoriali e dei partners che hanno aderito al patto di sviluppo, anche per fare il punto sulla certificazione del latte crudo vaccino ed ovicaprino QS e dei relativi derivati e per la definizione di un programma da realizzare nell’interesse della filiera e a difesa del latte munto in Sicilia.

Da tenere conto che nel corso della riunione si è insediato Daniele Dipasquale designato da parte del Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, ente capofila del patto di sviluppo e sede legale del Distretto .

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply


Warning: Illegal string offset 'note' in /web/htdocs/www.siciliainternazionale.com/home/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 223

Warning: Illegal string offset 'note' in /web/htdocs/www.siciliainternazionale.com/home/wp-content/themes/dialy-theme/functions/filters.php on line 224
<

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.