Cooperazione Sicilia-Tunisia, al via itinerari culturali subacquei e percorsi ciclabili

La valorizzazione del patrimonio archeologico passa da due segmenti specifici del turismo: la subacquea e il ciclo-turismo. Da questi presupposti prende corpo il progetto “Culturas” (Cultura e Turismo Attivo e Sostenibile) che prevede la creazione dei percorsi subacquei in Sicilia (Marsala, Pantelleria e S. Vito Lo Capo) e in Tunisia (Tabarka, Kerkouane, Bizerte), e la realizzazione di circuiti turistici ciclabili.

 Come risultati finali si punta alla realizzazione di standard e modelli più efficienti per la valorizzazione turistica dei beni culturali e la creazione di nuove imprese del sistema d’offerta turistica specializzata nel turismo culturale. La durata prevista del progetto è di due anni con un budget di spesa di 1.366.000 interamente coofinanziato da diversi partner.

 Per il Soprintendente del mare Sebastiano Tusa,“è estremamente soddisfacente l’avvio del progetto “Culturas” poiché ciò significa che l’esperienza realizzata in Sicilia dalla Soprintendenza del Mare con gli itinerari archeologici subacquei ottiene un ulteriore riconoscimento internazionale. Mettere a disposizione di un paese a noi molto vicino come la Tunisia, cui ci legano innumerevoli vincoli storici e culturali, la nostra conoscenza è motivo per me di grande gioia”.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.