Export: a Ragusa tre giorni sull’internazionalizzazione

Ragusa – Analizzare le possibilità di sviluppo delle cooperative sui mercati esteri, in Paesi come gli Emirati Arabi, la Germania, la Svezia e la Danimarca, destinati a trainare l’export italiano nei prossimi anni. Se ne è parlato durante il corso di formazione organizzato a Ragusa, città scelta dal ministero dello Sviluppo economico assieme a Torino, Milano e Cagliari, per ospitare l’iniziativa promossa dall’Agenzia Ice in collaborazione con l’Alleanza delle Cooperative Italiane, rivolta alle cooperative operanti nei settori dell’agroindustria e della logistica integrata per l’export di prodotti agroalimentari, con un focus specifico sul vino.

Sono stati analizzati in particolare gli aspetti legati ai canali di distribuzione sia Gdo che Horeca ma anche le potenzialità di diffusione del prodotto italiano, i punti di forza e di debolezza dell’offerta, con suggerimenti relativi alle attività di marketing.

«Il nostro territorio – sottolineano Gianni Gulino (Confcooperative), Pino Occhipinti (Legacoop) e Nanni Terranova (Agci) – ha fornito delle risposte eccezionali sul piano organizzativo. Essere stati selezionati dal Mise come una delle quattro realtà in Italia che ospita appuntamenti di così alta levatura sul piano formativo ci ha inorgoglito ma anche responsabilizzato per dare il massimo in modo tale che tutto potesse riuscire nella maniera migliore. Non dimentichiamo che abbiamo ospitato cooperatori provenienti da tutta Italia e che abbiamo fatto in modo che il corso formativo potesse fornire delle risposte eccezionali a coloro che hanno partecipato. È questa la strada giusta per crescere e noi ce la stiamo mettendo tutta».

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi