Tra Sicilia e Malta installato impianto monitoraggio ceneri Etna

Cieli più sicuri fra Sicilia e Malta grazie al progetto europeo “Vamos Seguro” che consente di monitorare i livelli di cenere vulcanica dell’Etna, per garantire maggiore sicurezza agli aerei che sorvolano il Mediterraneo centrale.

Sulle isole di Malta e di Gozo sono stati installati nuovi strumenti di rilevamento presso le strutture dell’osservatorio dell’Università di Malta mentre in Sicilia, un sistema LIDAR innovativo verrà gestito tramite due siti: a Montedoro, nell’area centrale della Sicilia, e presso l’osservatorio Serra La Nave dell’Istituto Nazionale di Astrofisica a Catania.

Il sistema consente di rilevare pericolose concentrazioni di cenere vulcanica e insieme alle previsioni di dispersione del pennacchio vulcanico, può essere utilizzato per informare le compagnie aeree e valutare l’opportunità della chiusura degli spazi di volo interessati dal fenomeno.

“Il progetto è molto utile per le persone che, durante le eruzioni esplosive, raggiungononi crateri alle pendici del vulcano per osservare l’incredibile spettacolo offerto dall’Etna” spiega Simona Scollo, coordinatrice del progetto Ue.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.