Travelexpo, bilancio positivo per affari e contrattazioni

Quasi duemila operatori turistici, nonostante la chiusura dell’autostrada Palermo-Catania per il cedimento di un pilone abbia fatto desistere alcuni agenti di viaggio della Sicilia orientale a raggiungere Palermo, si sono incontrati nella tre giorni dedicata esclusivamente al turismo e agli incontri B2B di Travelexpo, che per la prima volta si è svolta nello Spazio.20, idee in movimento all’interno dell’ex Fiera del Mediterraneo di Palermo.

Una diciassettesima edizione che riposiziona Travelexpo come la borsa del turismo che si svolge in Sicilia con un modello innovativo che coinvolge il consumer attraverso la categoria degli adv e che ha registrato un ampio consenso per la nuova formula e la nuova location con un 99% di gradimento.

Per gli addetti ai lavori “Travelexpo è sempre più fiera”: per alcuni è “una Bit in miniatura ma con contatti più qualificati”, per altri è “l’unico modo per incontrare gli agenti di viaggio siciliani nel minor tempo possibile”.

Particolarmente soddisfatto Toti Piscopo, organizzatore della manifestazione. “L’analisi dei primi dati di questa edizione – spiega – ci conforta con 80 espositori, oltre 2.000 visitatori professionali, circa 300 camere d’albergo occupate nel weekend, 3.000 pasti tra quelli somministrati e quelli consumati ed un movimento d’affari complessivo presunto di circa 2 milioni di euro, a cui vanno ad aggiungersi le contrattazioni avviate  tra buyer e seller, in occasione del Buy Sicily, prommosso in collaborazione con l’Assessorato al Turismo della regione Siciliana, il cui valore economico, per ovvi motivi di riservatezza, non è in atto quantificabile, nonostante si sia registrato un altissimo livello di soddisfazione. E’ questo il primo bilancio ottenuto con la collaborazione degli operatori turistici privati che hanno la volontà di fare e non blaterare. Con soddisfazione e tanti sacrifici, abbiamo contribuito attivamente e fattivamente a restituire alla Città un pezzo importante e strategico per favorire lo sviluppo economico e turistico del territorio come il l’ex padiglione 20 della Fiera del Mediterraneo, ribattezzato Spazio.20 idee in movimento. Oltre alla crisi economica, abbiamo dovuto contrastare l’inedia, l’incapacità e l’irresponsabilità diffusa come concause di un immobilismo paralizzante. Siamo stati comunque fortunati ed abbiamo dimostrato che volontà e professionalità rimangono strumenti vincenti. Oggi posso con orgoglio riaffermare che la Sicilia, dopo molteplici e fallimentari tentativi perpetuati in quest’ultimo trentennio,  ha un modello valido ed innovativo di Borsa del Turismo, targata made in Logos”.

Intanto, Travelexpo continua nelle agenzie di viaggio siciliane. Sono infatti circa 300 i punti vendita che hanno aderito all’iniziativa “Agenzie di viaggio a porte aperte”, in programma domenica 19 aprile. Numerosi gli agenti di viaggio che in fiera hanno ritirato gratuitamente il kit informativo contenente vetrofanie, locandine e il manuale con le indicazioni sulle agevolazioni e le offerte che verranno proposte ai clienti che domenica prossima si recheranno in agenzia di viaggio per acquistare un viaggio o una vacanza. Su www.travelexpo.it/agenzia.php è possibile consultare l’elenco delle adv che partecipano all’iniziativa.

“Travelexpo è il termometro per capire se la Sicilia è in grado di fare il salto in campo turistico – ha detto Cleo Li Calzi, assessore al Turismo della Regione Siciliana, inaugurando la manifestazione borsistica – ed motore di sviluppo economico della nostra isola, perché il turismo non è solo posti letto, ma dobbiamo iniziare a ragionare in un’ottica di sistema”. In questo contesto si è inserita la partecipazione della Regione siciliana che ha  promosso il Buy Sicily: 20 buyer nazionali ed esteri hanno incontrato 120 seller: al centro la Sicilia con la sua offerta turistica più variegata, dagli alberghi alle attrazione meno conosciute e i nuovi segmenti di offerta.

Per Giovanna Marano, assessore alle Attività Produttive del Comune di Palermo, “Travelexpo è una grande opportunità per Palermo e dimostra la vocazione turistica della città”.

 All’inaugurazione era presente anche Ben Souissi, console di Tunisia: “dopo la tragedia del Bardo, la Tunisia vuole dimostrare di essere una terra di pace e serenità, aperta, che sta cercando di diversificare il turismo”.

“Testimonial di questa edizione è stata la conduttrice televisiva Syusy Blady, nota al grande pubblico per Turisti per Caso. “L’Italia è il paese più bello del mondo e sicuramente la Sicilia è al suo interno il più bello per l’accumulo di cultura che possiede”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Rispondi