La Regione celebra festa dell’Europa a Lampedusa

PALERMO, 5 MAG – La Regione siciliana sceglie di celebrare la festa dell’Europa a Lampedusa, porta d’ingresso nel Mediterraneo al Vecchio continente, all’insegna dell’accoglienza e dell’integrazione. E lo fa con un ricco programma che si articolerà in due giornate, il 9 e 10 maggio. Previsti una serie di dibattiti che toccheranno diversi temi, da quello dell’immigrazione al ruolo delle giovani generazioni alle misure per rilanciare l’isola. Sabato 9 maggio saranno protagonisti gli studenti delle scuole superiori di Lampedusa; il vice presidente della Regione, Mariella Lo Bello, presenterà il progetto “Talenti d’Europa” rivolto proprio agli studenti delle scuole medie superiori della Sicilia nell’ambito delle azioni finanziate dal Fondo Sociale Europeo 2007-2013, con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi ai temi dell’Europa.

La prima giornata sarà aperta dai saluti del sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini; testimonial della giornata Lello Analfino dei Tinturia che per dare forza ad una delle sei sezioni del concorso (quella musicale) si rivolgerà ai ragazzi per raccontare come si è avvicinato al mondo della musica e come è riuscito a raggiungere la fama nazionale. Domenica 10 maggio, ancora spazio ai temi dell’Europa e dell’accoglienza.

La giornalista del Tg2 Maria Antonietta Spadorcia coordinerà il talk show serale; anche in questo caso dopo i saluti di rito del sindaco Giusi Nicolini,ci saranno gli interventi del presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, del vice presidente e assessore all’Istruzione Mariella Lo Bello e dei dirigenti del Dipartimento Formazione della Regione siciliana che parleranno di alcune misure della nuova programmazione del PO Fse 2014-2020. Saranno inoltre presentati i progetti finanziati dal PO FSE 2007/2014 dal Dipartimento Famiglia (Avviso 1/2001) finalizzati all’inserimento nel mondo del lavoro di soggetti svantaggiati. Il presidente del Centro Padre Nostro di Brancaccio fondato da Pino Puglisi, Maurizio Artale, interverrà per parlare del nuovo centro di ascolto che verrà aperto a Lampedusa grazie all’impegno congiunto con la Fondazione Giovanni Paolo II, la Caritas Italiana, la Caritas di Agrigento e la Fondazione Mondoaltro.Testimonial delle serata per il suo impegno in favore degli immigrati il cantautore Eugenio Bennato.

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.