Sicilia: Ardizzone entra nel Comitato Regioni dell’Ue

Palermo, 24 gen. – Il Parlamento regionale siciliano avra’ un proprio delegato nel Comitato delle Regioni, assemblea dei rappresentanti regionali e locali dell’Unione europea a Bruxelles. E’ il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, che e’ stato designato dalla Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome.
“E’ un riconoscimento per tutta l’Assemblea regionale siciliana -afferma Ardizzone- perche’ per la prima volta dalla sua istituzione nel 1994, del Comitato faranno parte anche i rappresentanti dei Consigli regionali. Nella costruzione della nuova Europa, i territori devono farsi sentire di piu’ per questo sono consapevole della responsabilita’ assegnatami, ma anche dell’importanza del ruolo. Ringrazio i colleghi della Conferenza dei presidenti che hanno voluto indicarmi quale componente titolare della delegazione italiana”.
Con Ardizzone a rappresentare le Assemblee legislative nell’organismo consultivo saranno i presidenti dei Consigli regionali della Lombardia, Raffaele Cattaneo, del Friuli Venezia Giulia, Franco Iacop e dell’Emilia Romagna, Simonetta Saliera. L’avvio del nuovo mandato, che dura cinque anni, e’ fissato per la seduta plenaria del Comitato l’11 febbraio. In quell’occasione saranno eletti un presidente e un vice e i coordinatori delle sei commissioni di lavoro: politica di coesione territoriale, politica economica e sociale; istruzione, gioventu’ e cultura; ambiente, cambiamenti climatici ed energia; cittadinanza,governance, affari istituzionali ed esterni; risorse naturali. La Commissione, il Consiglio e il Parlamento dovranno consultare il Comitato delle Regioni prima che l’Ue prenda decisioni su temi di competenza delle amministrazioni locali e regionali. (

Redazione

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.